le notizie che fanno testo, dal 2010

Sanitopoli Lombarda, Braga: Maroni e la giunta si dimettano

"Nella sanità lombarda da Formigoni a Maroni, purtroppo, il ritornello è sempre lo stesso: tangenti, esternalizzazioni a società 'amiche', funzionari corrotti, turbative d'asta, liste d'attesa artificiosamente allungate", così in un comunicato Chiara Braga, parlamentare PD.

"Nella sanità lombarda da Roberto Formigoni a Roberto Maroni, purtroppo, il ritornello è sempre lo stesso: tangenti, esternalizzazioni a società 'amiche', funzionari corrotti, turbative d'asta, liste d'attesa artificiosamente allungate e perfino prestazioni scadenti come tumori della bocca non diagnosticati e scambiati in regime privato come un fungo" accusa in una nota Chiara Braga, deputata comasca del PD .
Le giustificazioni e la presunta 'arrabbiatura' del Presidente della giunta regionale della Lombardia Roberto Maroni nei confronti di uno dei suoi più stretti collaboratori, quale è in effetti Fabio Rizzi, non reggono. - afferma la parlamentare - Tanto che perfino Umberto Bossi teme che 'anche Maroni sia compromesso'".
Per l'esponente dem quindi "l'unica strada per riportare onorabilità al governo regionale, falcidiato da inchieste della magistratura recenti e non, è quelle di ridare voce ai lombardi con le dimissioni di tutta la giunta. - concludendo - Sarebbe un estremo gesto di dignità e rispetto verso i cittadini che stanno subendo uno spettacolo indegno e odioso perché lucra illecitamente sulla salute delle persone".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: