le notizie che fanno testo, dal 2010

Riforma Rai, Filippi: rilancerà l'azienda

"Sono convinto che questa riforma risponda ai punti fondamentali che il disegno complessivo si proponeva", comunica in una nota il senatore PD Marco Filippi, in merito alla riforma della Rai.

"Sono convinto che questa riforma risponda ai punti fondamentali che il disegno complessivo si proponeva" assicura Marco Filippi, senatore PD, in merito alla riforma della Rai, voto che è slittato alla prossima settimana perché a Palazzo Madama è mancato per due volte il numero legale.
"Il passo più consistente è la riforma della governance della Rai in modo che sia possibile una distinzione più marcata tra gestione e controllo. - spiega - Con il nuovo sistema di scelta dei componenti del CdA si migliorerà sicuramente la qualità e la trasparenza delle scelte, permettendo ai cittadini di seguire meglio, e di valutare appieno, i criteri di scelta. L'amministratore delegato avrà, con la nuova legge, la possibilità di guidare l'azienda senza dover tener conto, in ogni singola scelta, dei pesi e dei desideri di partiti o, come pure è avvenuto in passato, di singoli esponenti politici".
"Importante è anche il nuovo metodo per il rinnovo della Convenzione sul servizio pubblico radio-tv, che sarà aperta alla partecipazione dei cittadini e guarderà al futuro in maniera più puntuale, rispondendo così ai nuovi bisogni di informazione e cultura chiesti da una società più frammentata e con più fonti d'informazione. - sottolinea ancora l'esponente dem - Come pure si dovrà rafforzare il profilo di una Rai che traini l'industria audiovisiva nazionale, favorendo la crescita della produzione indipendente e promuovendo la cultura italiana e il made in Italy, che completi la digitalizzazione dei suoi archivi da mettere a disposizione su tutte le piattaforme, che faccia innovazione, cioè sperimenti nuovi linguaggi, nuovi formati, nuove applicazioni."
"Questo aiuterà a superare il sistema del duopolio valorizzando il pluralismo rappresentato anche dalle tanti emittenti locali - conclude Filippi -, alcune con un profilo di attenzione al territorio che va salvaguardato."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: