le notizie che fanno testo, dal 2010

Responsabilità professionale sanitari, Piazzoni (PD): più garanzie per medici e pazienti

"Quella sulla responsabilità professionale del personale sanitario approvata dalla Camera, è una legge attesa da oltre un decennio. Essa rimette al centro il rapporto di fiducia fra il paziente, il personale sanitario e le strutture nel loro complesso", dal PD un comunicato di Ileana Piazzoni.

"Quella sulla responsabilità professionale del personale sanitario approvata dalla Camera, è una legge attesa da oltre un decennio. Essa rimette al centro il rapporto di fiducia fra il paziente, il personale sanitario e le strutture nel loro complesso" assicura in una nota Ileana Piazzoni, deputata del PD . Il provvedimento è stato approvato in prima lettura, ed ora il testo passa al vaglio del Senato.
"Il provvedimento ha la funzione di riequilibrare un sistema caratterizzato, al giorno d'oggi, da un lato da un contenzioso imponente, in molti casi basato su richieste di risarcimento per errori 'presunti', e dall'altro da incertezza sui tempi per la corresponsione del giusto risarcimento al paziente danneggiato. - precisa l'esponente dem - Con le norme approvate, il nostro Paese si riallinea al contesto europeo, garantendo e tutelando i professionisti della sanità e assicurando, nel contempo, ai pazienti la possibilità di un giusto e celere risarcimento per danni subiti, aumentando la responsabilità delle aziende sanitarie".
"La nuova legge rafforza la tutela del paziente danneggiato ampliando la responsabilità delle aziende, con onere della prova a loro carico e obbligo per queste ultime di stipulare polizza assicurativa. - spiega la parlamentare - È prevista inoltre la possibilità di azione diretta contro le assicurazioni, mentre i medici e il personale sanitario risponderanno penalmente per dolo e colpa grave qualora si attengano alle buone pratiche cliniche e alle linee guida. Una legge equilibrata, che non fa sconti dunque al medico che si macchia di dolo o colpa grave ma che prevede, giustamente, che chi denuncia un danno abbia motivazioni e prove adeguate".
"Un testo che produrrà benefici anche in termini di salute, potendo i pazienti relazionarsi a un personale medico che lavorerà con la professionalità che caratterizza tutto il nostro sistema sanitario, ma senza più i condizionamenti limitanti della medicina difensiva. - prosefue Piazzoni - La legge, approvata a larga maggioranza anche grazie al grande lavoro del relatore Federico Gelli, passa adesso al Senato, ma con il voto (di ieri, ndr) si è compiuto un passo decisivo per porre fine a incertezze e speculazioni che spesso hanno prodotto medicina difensiva, spese inappropriate e aperto un varco, oggi non più incolmabile, fra professionisti della sanità e pazienti".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: