le notizie che fanno testo, dal 2010

Referendum Grecia, Bordo (PD): voto sia monito per UE, ora evitare uscita dall'euro

"La netta vittoria del 'No', anche se rischia di rendere più difficile il raggiungimento di un'intesa tra l'Europa e la Grecia, va comunque rispettata. Abbiamo un popolo, quello greco, che evidentemente si è sentito tradito dalle istituzioni europee prima ancora che dalla sua classe politica", dal Partito Democratico la posizione di Michele Bordo.

"La netta vittoria del 'No', anche se rischia di rendere più difficile il raggiungimento di un'intesa tra l'Europa e la Grecia, va comunque rispettata" osserva il presidente della Commissione per le Politiche UE della Camera Michele Bordo del PD commentando i risultati del referendum, aggiungendo: "Abbiamo un popolo, quello greco, che evidentemente si è sentito tradito dalle istituzioni europee prima ancora che dalla sua classe politica. Un popolo che ha vissuto per anni al di sopra delle proprie possibilità anche per scelte irresponsabili di chi lo ha governato. E abbiamo un'Europa che, in questi anni, con il suo rigore a tutti i costi ha allontanato invece di unire e che sicuramente dovrà interrogarsi su questo risultato e cambiare passo per evitare che l'esperienza greca possa replicarsi in altri Paesi. Ora è importante che nessuna tra le parti coinvolte perda lucidità e che già da domani ci si risieda al tavolo delle trattative per scongiurare il default di Atene e la sua conseguente uscita dall'euro."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Camera# default# euro# Europa# Grecia# Michele Bordo# PD# referendum# UE