le notizie che fanno testo, dal 2010

Rai, Fornaro (PD): sì a riforma del canone, no a deleghe in bianco

"Siamo assolutamente d'accordo sulla urgenza di una riforma del canone con l'obiettivo di pagare tutti per pagare meno. Ma una delega troppo generica, infatti, è equivalente a una delega in bianco all'Esecutivo, non prevista dalla Costituzione", spiega in una nota il politico dem Federico Fornaro.

"Siamo assolutamente d'accordo sulla urgenza di una riforma del canone con l'obiettivo di pagare tutti per pagare meno. L'emendamento soppressivo di ieri non riguardava il merito ma ribadiva una questione di metodo in riferimento a un corretto rapporto Parlamento-Governo. Una delega troppo generica, infatti, è equivalente a una delega in bianco all'Esecutivo, non prevista dalla Costituzione, come abbiamo evidenziato a più riprese in commissione, nel gruppo del PD e in aula. E' troppo fresca in molti di noi la ferita e il ricordo di quanto è accaduto recentemente nella stesura dei decreti attuativi del Jobs Act quando il Governo è intervenuto sui licenziamenti collettivi, una materia non presente nella legge delega" comunica in una nota Federico Fornaro, senatrice della minoranza PD.
"Prima del voto sull'emendamento abbiamo chiesto, senza fortuna, al Governo e al relatore un accantonamento per cercare una riformulazione condivisa del testo. - precisa l'esponente dem - Rimane comunque la sensazione che questa riforma della governance della Rai sia stata una occasione mancata per separare per davvero il potere di indirizzo e controllo dalla gestione quotidiana dell'azienda. Un obiettivo che invece sarebbe stato raggiunto se il Governo avesse avuto più coraggio e più determinazione riformista con l'adozione del sistema duale ( Consiglio di Sorveglianza e Consiglio di Gestione ), proposto in un disegno di legge a mia prima firma".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: