le notizie che fanno testo, dal 2010

Primarie PD Emilia 2014: per il "dopo" Richetti in pole Poletti e Delrio

Le primarie del PD in Emilia Romagna in programma il 28 settembre 2014 perdono il candidato Matteo Richetti, che si ritira, ma un po' anche Stefano Bonaccini, che rimane in corsa. Entrambi, infatti, sono indagati per peculato nell'inchiesta della Procura di Bologna sulle spese dell'assemblea legislativa. Il PD pensa quindi di rimpolpare la rosa con nomi del calibro del ministro Giuliano Poletti, del sottosegretario Graziano Delrio e de sindaco di Imola Daniele Manca.

"Sono assolutamente certo che Bonaccini e Richetti abbiano tenuto una condotta specchiata" afferma Matteo Orfini, presidente dell'Assemblea del PD, commentando il fatto che i candidati alle primarie che aspirano a prendere il posto di Vasco Errani (dimessosi a luglio causa condanna per falso ideologico) in Emilia Romagna sono entrambi indagati, accusati per l'ipotesi di accusa di peculato nell'ambito dell'inchiesta sulle "spese pazze" del consiglio regionale. Matteo Richetti, renziano di ferro, si è ritirato dalla corsa per le primarie ma solo come "scelta politica". Il legale di Richetti precisa: "E' sereno, è convinto di aver sempre agito in maniera legittima e di aver rispettato le regole, aspettiamo di leggere gli atti nel fascicolo dei pm per cui abbiamo fatto richiesta stamattina, ma il mio assististo sente di non avere nulla di cui pentirsi". Stefano Bonaccini, ex bersaniano, annuncia invece di non aver intenzione di ritirarsi dalla competizione preché, precisa, "chiarirà tutto". In gara con Bonaccini per le primarie PD del 28 settembre 2014 in Emilia Romagna resta quindi Roberto Balzan, anche se dal PD cominciano a spuntare già nomi di primo piano da inserire, come quelli del ministro Giuliano Poletti, del sottosegretario Graziano Delrio e de sindaco di Imola Daniele Manca. Oltre a Richetti e Bonaccini, risulterebbero anche altri 6 consiglieri regionali del PD dell'Emilia-Romagna indagati per peculato nell'inchiesta della Procura di Bologna sulle spese dell'assemblea legislativa. Sul conto di Richetti sarebbe stato aperto un procedimento a parte su esposto del consigliere del MoVimento 5 Stelle, Andrea Defranceschi. Su Facebook Defranceschi commenta, riferendosi al passo indietro di Richetti alle primarie: "E ora aspettiamo solo di sapere cosa gli ha promesso Renzi..io dico poltrona da sottosegretario. Chi offre di più?".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: