le notizie che fanno testo, dal 2010

Pignedoli: revisione CREA riprende progetto gruppo PD

"Non possiamo che esprimere soddisfazione per lo sforzo che CREA sta facendo per tenere insieme maggior efficienza, più specificità e costi minori", così in una nota Leana Pignedoli, esponente PD, a seguito dell'audizione informale con il Commissario straordinario del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria.

"Non possiamo che esprimere soddisfazione per lo sforzo che CREA sta facendo per tenere insieme maggior efficienza, più specificità e costi minori" osserva in una nota Leana Pignedoli, vicepresidente della commissione Agricoltura di Palazzo Madama, a seguito dell'audizione informale con il Commissario straordinario del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria.
"Un numero limitato di centri con forti livelli di specializzazione questo l'obiettivo che abbiamo posto come PD fin dalla scorsa legislatura per una riforma degli Enti vigilati dal Ministero delle politiche agricole, progetto che ora si sta perseguendo attraverso riorganizzazione in 12 centri tematici e 10 laboratori" sottolinea la senatrice PD.
"Numericamente - continua poi -, dunque sarà più che dimezzata la frammentazione che attualmente conta più di ottanta sedi. Una revisione che elimina sovrapposizioni e porta ad una naturale razionalizzazione della spesa. Solo la voce 'affitti', ad esempio, porterà nel nuovo progetto ad un risparmio di 3,6milioni di euro annui, così come la centralizzazione degli acquisti. Avviata, poi, una valorizzazione del patrimonio esistente."
"Il progetto, come è stato detto, non è ancora terminato e ha ancora margini di variazioni, ma credo che la direzione sia quella giusta" si apprende in ultimo.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: