le notizie che fanno testo, dal 2010

Peluffo (PD): attacco Freccero a Renzi fanno da sponda a M5S

"Le parole di Carlo Freccero su Renzi sono così spropositate e lontane dalla realtà dei fatti che si fa fatica a prenderle sul serio. Forse il vero intento di Freccero era fare sponda alle argomentazioni strumentali su cui i 5 Stelle stanno tanto puntando in questi giorni", dal Partito Democratico una nota di Vinicio Peluffo.

"Le parole di Carlo Freccero su Matteo Renzi sono così spropositate e lontane dalla realtà dei fatti che si fa fatica a prenderle sul serio. La preoccupazione principale di Freccero non è un'analisi spassionata dei fatti - dichiara in una nota Vinicio Peluffo, deputato PD -, ma la ricerca di un titolo a effetto". Il membro del Cda della Rai ha infatti affermato che "Renzi è un giovane-vecchio democristiano, per cui tutto ciò che è di sinistra deve essere abolito, cancellato. Renzi vuole una Rai della nazione, vuole l'Eiar, che racconti come tutto è bello e tranquillo. - aggiungendo - Una Rai se non fascista di un conformismo totale". Freccero a quindi proseguito, intervenendo a "24 Mattino": "Io sostengo che Renzi è un figlio di Berlusconi, ma se Berlusconi è il papà, c'è anche una mamma: la mamma è la Margherita, a cui appartiene Anzaldi".
Peluffo, capogruppo PD in Commissione Vigilanza Rai, difende invece il premier assicurando che le intenzioni di Renzi "vanno nella direzione esattamente opposta a quella fantasticata da Freccero. - precisando - Come ribadito più volte, Renzi intende infatti riformare il servizio pubblico in modo da renderlo libero e indipendente. Il Parlamento darà il suo contributo in questo senso con la riforma in discussione alla Camera."
Precisa infine l'esponente dem: "Dal momento che non si sente proprio il senso di gettare altra benzina sul fuoco della polemica, forse il vero intento di Freccero era fare sponda alle argomentazioni strumentali su cui il MoVimento 5 Stelle stanno tanto puntando in questi giorni. Tanto per ricordarci quale sia l'autonomia dei consiglieri Rai nell'attuale sistema."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: