le notizie che fanno testo, dal 2010

Peluffo (PD): Vigilanza Rai faccia chiarezza su Casamonica a Porta a Porta

"Lo spazio concesso da Porta a Porta alla famiglia Casamonica è non solo un tradimento della missione del servizio pubblico ma anche un'iniziativa che va contro qualunque logica giornalistica", dal Partito Democratico una nota di Vinicio Peluffo.

"Lo spazio concesso da Porta a Porta alla famiglia Casamonica è non solo un tradimento della missione del servizio pubblico ma anche un'iniziativa che va contro qualunque logica giornalistica. Quando il mondo e l'agenda dell'informazione sono polarizzati sul dramma dei migranti o sulla crisi in Siria, quale senso editoriale può mai avere recuperare una vicenda ormai superata dall'attualità per dare voce a una delle famiglie più discusse della Capitale?" si domanda infatti, come probabilmente tanti altri italiani, Vinicio Peluffo, capogruppo PD in Commissione Vigilanza Rai. Nella serata di ieri, infatti Bruno Vespa ha intervistato Vera Casamonica, figlia di Vittorio Casamonica, il boss il cui funerale a Roma ha recentemente generato numerose polemiche, e il nipote Victor Casamonica. Nel corso della trasmissione, i telespettatori hanno dovuto infatti ascoltare i Casamonica che spiegavano, per esempio, che nella gigantografia affissa sulla facciata della Chiesa di Don Bosco il defunto non era stato rappresentato come il Papa perché, spiega la figlia, "sotto aveva i pantaloni blu". Il problema, quindi, sembra essere stato solo un inavvertito taglio della "parte bassa" della foto.
Peluffo quindi conclude: "Per fare chiarezza su quale siano state la logica o le motivazioni che ha guidato le scelte di Rai 1, chiederò alla Commissione Vigilanza Rai di fissare un'audizione del direttore generale della rete Giancarlo Leone".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: