le notizie che fanno testo, dal 2010

PD, Russo: renzismo-stalinismo? Mineo e civatiani come i bambini capricciosi

Dopo l'esclusione di Corradino Mineo dalla Commissione Affari Costituzionali, il senatore PD Francesco Russo sostiene che Mineo e i civatiani "stanno facendo la figura dei bambini capricciosi: pestano i piedi perché non hanno ottenuto quello che volevano", e respinge le accuse di "renzismo-stalinismo".

Comincia lo scontro a suon di dichiarazioni all'interno del PD dopo l'esclusione di Corradino Mineo dalla Commissione Affari Costituzionali, dove si discute il testo di riforma del Senato. Il senatore PD Francesco Russo, membro della commissione Affari costituzionali, "a Mineo e ai civatiani" dice che "stanno facendo la figura dei bambini capricciosi: pestano i piedi perché non hanno ottenuto quello che volevano. - aggiungendo - A Mineo, inoltre, ricordo che in una comunità si accettano le decisioni della maggioranza. Alla fine un senatore non è d'accordo con la linea del proprio partito può chiedere di cambiare commissione o dimettersi. Ma non tenere in scacco una riforma (e un intero Paese) solo perché crede di avere ragione". Russo replica a chi, in queste ore, parla di "renzismo-stalinismo" e "dittatura" all'interno del PD, ricordando: "Ognuno (compreso Mineo) ha potuto esprimere il proprio pensiero. Al termine si è proceduto a votazione. Oltre l'80% dei votanti ha votato a favore della riforma proposta dal Governo. In commissione, poi, abbiamo discusso almeno 70 ore. Molti emendamenti, alcuni dei quali accolgono una parte delle obiezioni di Chiti-Mineo sono stati presentati e verranno esaminati nei prossimi giorni. - concludendo - Così funziona la democrazia".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: