le notizie che fanno testo, dal 2010

PD, Pagliari: legge su unioni civili adempie articolo 2 della Costituzione

"Dopo trent'anni si intravede la conclusione di una vicenda che sembrava eterna. L'approvazione della disciplina delle unioni civili, infatti, costituisce l'adempimento del dovere, sancito dall'articolo 2 della Costituzione", spiega in un comunicato il parlamentare PD Giorgio Pagliari.

"Dopo trent'anni si intravede la conclusione di una vicenda che sembrava eterna. E il merito del governo è evidente. Questa legislatura sta realizzando una serie di riforme che non hanno precedenti per ampiezza e per importanza nella storia repubblicana. La legge sulle unioni civili e sulle convivenze non è l'ultimo tassello di questo percorso riformatore" assicura in un comunicato Giorgio Pagliari, senatore PD.
"Siamo a un passaggio storico. - prosegue - Questo spiega la fase drammatica e convulsa vissuta nel Paese e in Senato: è stata infatti la parentesi più coinvolgente e difficile della mia esperienza parlamentare e ne resterà un momento qualificante. Sono consapevole e rispettoso delle contrarietà e delle perplessità a questa legge ma non nascondo di essere onorato di aver vissuto questa fase e di aver potuto dare il mio contributo anche con il voto".
"L'approvazione della disciplina delle unioni civili, infatti, costituisce l'adempimento del dovere, sancito dall'articolo 2 della Costituzione, di riconoscere e tutelare i diritti innegabili della persona umana come singola e nelle formazioni sociali. - assicura l'esponente dem - E credo che non si possa non riconoscere che unioni civili e convivenze siano una realtà sociale alla quale si deve dare una disciplina legale, proprio a tutela delle persone e del diritto alla libera espressione della loro sensibilità e della loro affettività".
"Un'ultima cosa. - conclude Pagliari - La questione se Matteo Renzi abbia vinto o perso non mi appassiona. Posso solo testimoniare che anche in questo passaggio è emerso quanto la sua determinazione sia decisiva per vincere la resistenza al cambiamento e la deteriore logica delle opposizioni."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: