le notizie che fanno testo, dal 2010

PD, Martella: chimica italiana settore chiave, attuare politica sviluppo

"Una tempestiva attivazione di ogni strumento di politica industriale utile al rafforzamento della competitività e della sostenibilità della chimica italiana", dal PD un comunicato di Andrea Martella.

"Una tempestiva attivazione di ogni strumento di politica industriale utile al rafforzamento della competitività e della sostenibilità della chimica italiana (con particolare riferimento ai nodi del costo dell'energia, dell'efficienza infrastrutturale e logistica, dell'impulso alla ricerca e sviluppo, del sistema formativo, del sistema normativo e del rapporto con le pubbliche amministrazioni), anche attraverso il ripristino dell'Osservatorio chimico nazionale, in sede ministeriale, e l'istituzione di tavoli di approfondimento e confronto con il contributo delle parti sociali interessate e di ogni livello istituzionale e amministrativo" chiede Andrea Martella in una nota.
"In relazione alla vicenda Versalis, le preoccupazioni manifestate dalle organizzazioni sindacali sono concentrate sullo stato di attuazione del Piano industriale 2015-2018, che punta allo sviluppo di progetti di chimica verde e delle specialities. - prosegue il deputatao PD - Preoccupazioni che segnalano la necessità di coerenti accelerazioni, in particolare per i siti di Porto Torres, Priolo e Porto Marghera, che sono determinanti proprio nell'ottica della tenuta della filiera chimica in Italia. Una quota preponderante dei prodotti chimici è destinata agli altri settori industriali ( 68% ). L'industria chimica rappresenta un elemento chiave per mantenere una base industriale forte in Europa in quanto trasferisce tecnologia e innovazione ai settori utilizzatori, contribuendo anche alla loro sostenibilità. La questione del ruolo di Eni nella filiera chimica italiana assume rilevanza anche per quanto concerne gli investimenti per gli interventi di bonifica e caratterizzazione delle aree industriali di cui Eni è protagonista attraverso la controllata Syndial. Si tratta di interventi indispensabili per rilanciare l'attrattività delle aree insediandovi nuove attività produttive, in particolare nel settore della chimica verde."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: