le notizie che fanno testo, dal 2010

PD, Iori: ok percorso studi per ius soli ma senza vincolo promozione

"Il riconoscimento della cittadinanza italiana per i minori di origine straniera rappresenta un traguardo di civiltà imprescindibile: l'introduzione dell'obbligo di un percorso scolastico di 5 anni per chi è arrivato in Italia prima del compimento del 12esimo anno di età rappresenta un valido requisito. Il vincolo della promozione può risultare, invece, 'punitivo', e quindi non necessario", così in un comunicato Vanna Iori, rappresentante PD .

"Il riconoscimento della cittadinanza italiana per i minori di origine straniera rappresenta un traguardo di civiltà imprescindibile: l'introduzione dell'obbligo di un percorso scolastico di 5 anni per chi è arrivato in Italia prima del compimento del 12esimo anno di età rappresenta un valido requisito che pone un netto distinguo tra un riconoscimento generalizzato e un conferimento legato, invece, a un criterio culturalmente adeguato e di buon senso" afferma Vanna Iori, responsabile nazionale del PD per l'infanzia e l'adolescenza.
"Il testo approdato nell'aula della Camera è puntuale su questo aspetto: quando si parla di ius soli si fa riferimento in modo esplicito alla previsione di un percorso scolastico che è identico a quello dei minori italiani: credo, tuttavia, che sia necessario non subordinare il riconoscimento della cittadinanza italiana alla promozione scolastica al termine del ciclo scolastico previsto. - prosedue la deputata dem - La frequenza al percorso di studi, che deve essere ovviamente ultimato, è sufficiente: il vincolo della promozione può risultare, invece, 'punitivo', e quindi non necessario". Iori informa quindi: "A tal proposito ho sottoscritto un emendamento al testo del provvedimento per modificare la disposizione attuale: confido e auspico che su questo aspetto si possa registrare una convergenza politica più ampia possibile".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: