le notizie che fanno testo, dal 2010

PD, Gotor-Fornaro: Mineo è minoranza, non può avallare maggioranza diversa

I senatori PD Miguel Gotor e Federico Fornaro auspicano che la rottura tra il partito e i 13 senatori che si sono autospesi dal gruppo possa risanarsi a breve, ma sottolineano che Corradino Mineo, rappresentando "una minoranza 'decisiva' in una Commissione parlamentare, non può contribuire a determinare una maggioranza diversa rispetto a quella sostenuta dal gruppo".

"La decisione di autosospendersi dal gruppo del PD da parte di 13 senatori è un atto molto impegnativo che richiede il massimo di attenzione da parte del partito e del gruppo" affermano in una nota congiunta i senatori PD Miguel Gotor e Federico Fornaro, commentando la decisione assunta a maggioranza dall’Ufficio di presidenza del gruppo dopo la notizia dell'esclusione di Corradino Mineo dalla Commissione Affari Costituzionali, dove si discute il testo di riforma del Senato. Gotor e Fornaro proseguono assicurando: "In questi giorni molti di noi hanno tenacemente lavorato per costruire una soluzione politica in grado di ricomporre le divisioni nel gruppo PD della I Commissione sul tema delle riforme istituzionali, non da ultimo nell’Ufficio di presidenza di ieri sera. - aggiungendo - Per altro, in quella sede si è manifestata la volontà di perseguire ancora tutte le strade possibili per dare unità al gruppo in questo delicatissimo passaggio delle riforme istituzionali che sosteniamo con forza". i due senatori democratici auspicano quindi che "vi possano essere le condizioni per sanare questa ferita entro la riunione del gruppo di martedì 17 giugno. - perché - Servono unità, volontà di discussione sui contenuti e un po' di ottimismo e spirito costruttivo per rispondere alle aspettative riformatrici della larga maggioranza degli italiani". Gotor e Fornaro sottolineano infine però che anche se "su tematiche costituzionali la libertà di coscienza è un valore fondamentale, resta il fatto che una minoranza, se 'decisiva' in una Commissione parlamentare, non può contribuire a determinare una maggioranza diversa rispetto a quella sostenuta dal gruppo" perché "i membri di una Commissione sono i rappresentanti delegati del gruppo e il luogo dell’espressione di un eventuale dissenso è l’Aula, nel sacrosanto rispetto dell’art. 67 della Costituzione".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: