le notizie che fanno testo, dal 2010

PD, Fasiolo: quale Sinistra Italiana cercano, quella di Landini?

"I segnali di ripresa dell'occupazione, la crescita stimata del Pil, i dati sempre più confortanti confermati ieri dall'Ocse e oggi dall'Istat sono il frutto del buon lavoro svolto dal Governo e dal Parlamento", così in una nota Fasiolo dal Partito Democratico.

"I segnali di ripresa dell'occupazione, la crescita stimata del PIL, i dati sempre più confortanti confermati ieri dall'Ocse e oggi dall'Istat sono il frutto del buon lavoro svolto dal Governo e dal Parlamento. Per questo l'uscita dal Partito Democratico di alcuni esponenti è una vicenda molto triste" osserva in una nota Laura Fasiolo, senatrice del PD, commentando la nascita del gruppo parlamentare Sinistra Italiana.
"D'Attorre e Fassina hanno detto che il PD non è più la sinistra. Ma qual è la piccola sinistra che vorrebbero, quella di Cuperlo con o contro D'Alema, con o contro Bersani, con o senza Civati, o quella landiniana? - prosegue l'esponente dem - Mi auguro che chi ha lasciato il PD possa capire in tempi brevi l'improvvida scelta di uscire da un partito plurale per vocazione". Fasiolo assicura infatti: "L'unica sinistra possibile è quella del Partito Democratico. Un partito riformista, plurale, che affonda le radici in una storia antica ma che sa guardare anche e soprattutto in avanti. - concludendo - Altri stanno solo dimostrando di non saper leggere, pur nelle imprecisioni che il rapido cambiamento comporta, la sfida di modernità e di futuro di un progetto coraggioso che scalfisce vecchie croste di potere".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: