le notizie che fanno testo, dal 2010

PD, Cantini: su trattativa legge elettorale Beppe Grillo ordina ritirata

Agli attacchi da parte del M5S dopo l'annullamento dell'incontro sulla riforma della legge elettorale, il PD ricorda che l'intervista di Luigi Di Maio al Corriere della Sera non è un "documento ufficiale", commentando anche "l'ordine di ritirata" che avrebbe impartito Beppe Grillo.

Dopo la replica di Beppe Grillo e del MoVimento 5 Stelle all'annullamento dell'incontro con il PD per discutere della riforma della legge elettorale, Emanuele Fiano, capogruppo dem nella Commissione Affari Costituzionali della Camera, sostiene che alle 10 domande poste dai democratici "non si risponde con le interviste". Luigi di Maio, vicepresidente della Camera, aveva infatti affidato gli 8 sì su 10 del MoVimento 5 Stelle ad una intervista al Corriere della Sera. Fiano afferma: "Capiamo la necessità di innovare e aprirsi a nuove forme di comunicazione, ma il dibattito su come si cambiano le regole dello stato democratico si fa sulla base di documenti e posizioni precise. - aggiungendo - Come volevasi dimostrare, alla disponibilità messa per iscritto dal Partito Democratico, i grillini hanno risposto con la solita chiusura". "Peccato, - prosegue Emanuele Fiano - noi restiamo disposti a un incontro, ma con regole e punti chiari: mai come in questa fase il tempo è prezioso e in generale non è mai bene abusare della pazienza dei cittadini. In attesa dunque di risposte, proseguiamo serenamente nelle sedi istituzionali il confronto, a cui mesi fa il M5S aveva dichiarato di non voler partecipare". Laura Cantini, senatrice del PD, commenta invece quella che lei definisce "l'ordine di ritirata" dalla trattativa sulla legge elettorale che avrebbe impartito Beppe Grillo nel suo ultimo post pubblicato sul blog. Cantini sottolinea: "Ora è chiaro il motivo della cautela del PD: non sappiamo a nome di chi parla Di Maio" quando rilascia interviste al Corriere della Sera. La senatrice dem aggiunge: "Sulla legge elettorale, il M5S pensava di fare il gioco delle tre carte. - osservando - E' stato montato ad arte un caso sul nulla, i democratici aspettavano una risposta ufficiale ad una serie di punti. Con l'uscita di Beppe Grillo, comprendiamo i motivi del diniego del M5S a produrre un documento formale".