le notizie che fanno testo, dal 2010

PD, Bertuzzi: dopo Expo sfida continua, ddl su biodiversità dà strumenti concreti

"La sfida del nutrimento del pianeta non si ferma a Expo 2015", dal PD un comunicato di Maria Teresa Bertuzzi.

"La sfida del nutrimento del pianeta non si ferma a Expo 2015. Infatti - dichiara in un comunicato l'esponente dem Maria Teresa Bertuzzi -, l'approvazione del ddl sulla biodiversità agraria e alimentare rappresenta ancora una volta l'inarrestabile volontà di cambiamento di questo paese. Attraverso questo ddl si costruisce un sistema nazionale di tutela e di valorizzazione della biodiversità agraria e alimentare per preservare 'in vita' lo straordinario patrimonio di risorse genetiche vegetali, animali e microbiche locali, dal rischio di erosione e anche di estinzione."
"Il patrimonio nazionale di biodiversità è unico al mondo per dimensione e qualità, al pari del patrimonio culturale. - prosegue la senatrice del PD - Ed è questo patrimonio naturale e culturale che rappresenta il tratto identitario del nostro Paese. Il settore dell'agroalimentare ha avviato un processo di cambiamento tuttora in atto, ha puntato sulla qualità, sulla sicurezza e sul rispetto dell'ambiente. La competitività sta negli elementi di distintività dei nostri prodotti agroalimentari. Tipicità e specificità che si legano a luoghi, paesaggi e modalità di produzione non possono che essere ricondotte ad un unico brand: il Made in Italy".
La capogruppo PD in Commissione Agricoltura a Palazzo Madama evidenzia quindi: "Questo patrimonio, tutto italiano, va tutelato e conservato. In questo senso vanno i tanti interventi legislativi: inserire non solo l'educazione alimentare nei percorsi formativi della buona scuola, ma anche educare al valore del cibo, fornire un nuovo concetto di sostenibilità ambientale e di conservazione e utilizzo delle risorse. In Expo l'Italia rappresentata è questa: un grande parco della biodiversità attraverso il quale il paese è riuscito a lanciare il messaggio universale del diritto al cibo. - concludendo - E' un messaggio che ci impegna, da un lato, a formare cittadini consapevoli del valore del cibo, dall'altro a salvaguardare questo patrimonio e a cambiare la nostra modalità di approcciarci al mondo della natura."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: