le notizie che fanno testo, dal 2010

Grasso: nemmeno i mafiosi si fidano più delle promesse della politica

Piero Grasso accetta la candidatura nelle liste del PD alle prossime elezioni politiche, con Bersani che sottolinea come questo sia "il segno dell'attenzione che il nostro partito ha sempre dato e vuole continuare a dare alla legalità". Non dello stesso avviso Antonio Ingroia.

"Abbiamo scelto di mettere due parole, moralità e lavoro, davanti alla legislatura e la legalità come priorità assoluta per il nostro Paese e ho chiesto a Piero Grasso se era possibile darci una mano in questa riscossa" spiega Pier Luigi Bersani, annunciando che il procuratore nazionale antimafia ha accettato di candidarsi nelle liste del PD alle prossime elezioni politiche. Piero Grasso, in conferenza stampa, ricorda che la sua "è una disponibilità piena e ampia" perché ha "maturato una visione delle cose che posso mettere al servizio dei giovani e di un Paese che penso abbia raggiunto il massimo della confusione". "Da magistrato - prosegue Piero Grasso - di idee alla politica ne ho portate tante. Ma quante sono state realizzate? Pochissime. Io ora penso di avere un progetto che va oltre: è un progetto di rivoluzione del sistema giustizia che va affrontato in maniera graduale: prima le cose più urgenti, poi le altre. Il problema morale è il problema essenziale di questo Paese e insieme a questo, c'è il problema lavoro".

Piero Grasso ha dfirmato le dimissioni prima di accettare la candidatura con il PD ma precisa: "Non voglio usare termini come salire o scendere in politica. Ho finito la mia esperienza e ora mi sposto in politica - aggiungendo - Non sarò più magistrato. Insieme dobbiamo costruire il paese, e dei sacrifici sono necessari, senza illusioni, senza sfruttare le disperazioni della gente. Oggi nemmeno i mafiosi si fidano più delle promesse della politica". Pier Luigi Bersani, nel precisare che Piero Grasso "sarà sicuramente capolista ma non è stato ancora deciso in quale circoscrizione elettorale", spiega che la sua candidatura è per il PD "il segno dell'attenzione che il nostro partito ha sempre dato e vuole continuare a dare alla legalità" visto che il Partito Democratico "vuole essere una infrastruttura per la riscossa civica del paese perché la politica da sola non arriva e ci vogliono energie civiche". Parole a cui probabilmente non crede Antonio Ingroia, che nel presentare la sua lista civica "Io ci sto" attacca frontalmente il PD e Piero Grasso, affermando che Pier Luigi Bersani "non vuole questa politica antimafia per eliminare la mafia".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: