le notizie che fanno testo, dal 2010

Fabbri (PD): da Confindustria ok a ddl aree dismesse

"L'obiettivo è la riconversione di aree artigianali dismesse e parzialmente dismesse, favorendo sviluppo economico e tutela ambientale", spiega in una nota Camilla Fabbri, esponente dem, in merito al ddl da lei presentato "Misure per favorire la riconversione e la riqualificazione delle aree industriali dismesse".

"L'obiettivo è la riconversione di aree artigianali dismesse e parzialmente dismesse, favorendo sviluppo economico e tutela ambientale. Ex opifici che potranno essere riconvertiti in siti produttivi ma anche abitativi e turistico-commerciali, con alcune clausole come l'obbligo di prevedere edilizia residenziale sociale e il 20% di servizi pubblici" osserva la senatrice del PD Camilla Fabbri in una nota, in merito al ddl da lei presentato "Misure per favorire la riconversione e la riqualificazione delle aree industriali dismesse".
"Secondo Confindustria, che in Commissione si è detta estremamente favorevole, si stima un valore complessivo delle bonifiche pari a 30 miliardi di euro, con 415mila potenziali posti di lavoro in tutto il paese. Si garantisce riconversione, occupazione, sviluppo, tutela ambientale con bonifiche e non consumo di suolo. Il ddl prevede un fondo di rotazione presso il Mise di 150 milioni di euro e il meccanismo è quello di cofinanziamento con le Regioni che, sentiti i comuni interessati, individueranno aree e progetti. L'auspicio è che il fondo possa aumentare e che si crei un meccanismo virtuoso anche con soggetti privati. Ci impegneremo affinché, terminato il ciclo di audizioni, il provvedimento possa arrivare in Aula già a settembre ed essere approvato entro l'anno" si apprende in ultimo dalla componente della Commissione Industria e presidente della Commissione di inchiesta sugli infortuni sul lavoro.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: