le notizie che fanno testo, dal 2010

Eni vende Versalis. Tomaselli (PD): serve indagine conoscitiva su prospettive della chimica in Italia

"Ora che è stata ufficializzata l'intenzione dell'Eni di vendere quote di Versalis, la controllata che gestisce il settore chimico del gruppo, è bene che su questa operazione si agisca con la massima chiarezza per quanto riguarda gli obiettivi, e con la massima trasparenza sui piani che si intendono seguire", dal Partito Democratico una dichiarazione di Salvatore Tomaselli.

"Ora che è stata ufficializzata l'intenzione dell'Eni di vendere quote di Versalis, la controllata che gestisce il settore chimico del gruppo, è bene che su questa operazione si agisca con la massima chiarezza per quanto riguarda gli obiettivi, e con la massima trasparenza sui piani che si intendono seguire" dichiara in una nota Salvatore Tomaselli, capogruppo PD in Commissione Industria.
"Per intendersi - riflette ancora il senatore dem -, Versalis gestisce impianti come i siti di Brindisi, Ravenna, Porto Marghera, Porto Torres, Ferrara, Mantova, ed altri sia in Italia che all'estero, e rappresenta ancora oggi uno degli ultimi grandi presìdi del comparto in Europa. Il settore della chimica, che nel corso degli anni si è progressivamente assottigliato sia dal punto di vista degli impianti sia in termini di occupati, rimane un elemento essenziale dell'industria manifatturiera nazionale". Tomaselli prosegue: "Abbiamo apprezzato le prime dichiarazioni del management di Eni con cui si anticipa che il gruppo guidato da De Scalzi non mira a un totale disimpegno da quella che costituiva fino a pochi anni fa una delle principali mission aziendali, quanto alla ricerca di partner industriali e finanziari, con cui assicurare un processo di valorizzazione del comparto. - aggiungendo - Obiettivo che riteniamo condivisibile se vincolato, ovviamente, ad una strategia di salvaguardia dei livelli occupazionali, di tutela del patrimonio di know-how e di capacità produttiva e di consolidamento del profilo industriale. Siamo convinti che tutto ciò, però, sarà possibile solo se Eni manterrà una quota partecipazione significativa e non simbolica nell'eventuale joint venture che dovesse nascere da tali trattative".
Il parlamentare democratico annuncia quindi: "Considerato il ruolo strategico per il sistema Paese di tale compatto produttivo, intanto, ho proposto e ottenuto nella seduta odierna l'avvio in Commissione Industria di Palazzo Madama di un'indagine conoscitiva sulle prospettive della chimica in Italia. - concludendo - I lavori cominceranno nei prossimi giorni proprio con l'audizione dell'ingegner Ferrari, Ad di Versalis."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: