le notizie che fanno testo, dal 2010

Editoria: Coscia (PD): riforma organica, pregiudizi solo da M5S

"La riforma dell'editoria approvata dalla Camera in prima lettura è un provvedimento di grande rilievo che affronta il tema del pluralismo e della libertà dell'informazione tutelati dall'articolo 21 della Costituzione. Solo i grillini hanno tenuto una posizione pregiudizialmente contraria", così in una nota Maria Coscia, rappresentante del PD.

"La riforma dell'editoria approvata dalla Camera in prima lettura è un provvedimento di grande rilievo che affronta il tema del pluralismo e della libertà dell'informazione tutelati dall'articolo 21 della Costituzione. Solo i grillini hanno tenuto una posizione pregiudizialmente contraria riproponendo vecchi e stantii argomenti, privi di fondamento, dimostrando di avere imparato rapidamente il peggio della vecchia politica" afferma in una nota Maria Coscia, capogruppo PD in commissione Cultura.
"Oggi è ancora più chiaro qual è l'idea di libertà di informazione che ha il M5S: - denuncia la deputata dem - la dittatura del blog di Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio. Noi, al contrario, vogliamo innovare e cambiare: non facciamo propaganda, ma lavoriamo per fare le riforme".
"Siamo arrivati a definire un testo unificato per riformare e innovare in modo organico il sistema dell'editoria, attualmente regolato da una normativa frammentata che aveva favorito nel passato opacità ed episodi scandalosi portati allo scoperto e sanzionati dal governo. - precisa - Finalmente abbiamo un provvedimento che affronta con una visione unitaria questo tema così delicato e importante: dall'offerta dell'informazione ai processi di distribuzione e vendita, dall'Ordine dei giornalisti ai prepensionamenti".
"Il testo prevede l'istituzione di un fondo unico sia per l'editoria che per l'emittenza radiofonica e televisiva presso il Ministero dell'Economia, gestito dalla presidenza del Consiglio e dal Ministero dello Sviluppo economico. - si spiega - La legge prevede l'esclusione dai contributi pubblici dei giornali di partito. Tra i requisiti fondamentali per accedere ai contributi c'è quello della regolare applicazione del contratto collettivo di lavoro".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: