le notizie che fanno testo, dal 2010

Crisi migranti, Cociancich: creare guardie di frontiera europee

"Rafforzare il controllo delle frontiere esterne dell'Unione, attraverso la creazione di guardie di frontiera europee, dare sostegno economico ai Paesi del vicinato più esposti alla crisi in Iraq e Siria, a partire dalla Turchia, sono passi importanti anche se molto resta da fare", dal Partito Democratico una dichiarazione di Roberto Cociancich sulla crisi migranti.

"Se l'Europa è riuscita a dare risposte concrete su immigrazione e di ricompattarsi e andare oltre lo strappo con i Paesi dell'Est sui 120mila ricollocamenti - scrive Roberto Cociancich in una nota -, nonostante la voglia di bagarre di alcuni è anche, e soprattutto, grazie all'Italia."
"Ci troviamo di fronte a una sfida epocale, mai si era raggiunto un flusso così smisurato di profughi dalle aree di crisi. - prosegue il senatore del PD - E' per questo che bisogna superare le tensioni alimentate dagli scambi di accuse tra Zagabria, Belgrado e Budapest per la gestione dei confini. Serve coraggio, come ha evidenziato il presidente Juncker, è mettere in campo azioni che diano credibilità all'UE. Rafforzare il controllo delle frontiere esterne dell'Unione, attraverso la creazione di guardie di frontiera europee, dare sostegno economico ai Paesi del vicinato più esposti alla crisi in Iraq e Siria, a partire dalla Turchia, sono passi importanti anche se molto resta da fare".
L'esponente dem quindi conclude: "E' necessario implementare i fondi pertanto credo sia fondamentale, per ogni Paese membro, raccogliere l'appello di Juncker a mettere sul piatto 'denaro fresco', almeno due miliardi di euro per sostenere Ankara e le organizzazioni internazionali che si occupano di rifugiati. Queste sono le azioni che auspicavamo e che continueremo a chiedere una politica sull'immigrazione rinnovata e che risponde in modo efficace e responsabile alla crisi dei rifugiati."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: