le notizie che fanno testo, dal 2010

Confronto Tv primarie PD: Sky, Cielo e diretta streaming. Domande via Twitter

Appuntamento oggi 29 novembre 2013, ore 21:00, con il confronto tv tra i candidati alle primarie del PD Matteo Renzi, Gianni Cuperlo e Pippo Civati. Il confronto potrà essere seguito anche in diretta streaming e su Sky Go, e sarà disponibile anche per i non udenti sul servizio active al canale Sky TG24 Rassegne (canale 505 di Sky).

"Se vinco io, facciamo il ricambio vero, e non se vince Metteo Renzi che è passato dalla rottamazione all'autorimessa" afferma Giuseppe Civati a poche ore dal confronto tra i tre canditati alle primarie del PD, che si contendono la guida del partito e la leadership alle prossime elezioni. Oggi 29 novembre 2013 a partire dalle ore 21:00 su SkyTg24 e su Cielo, infatti, andrà in onda il confronto tv tra Matteo Renzi, favorito in queste primarie PD, Gianni Cuperlo e Pippo Civati. Tra le novità di questo confronto tv, rispetto al precedente dove in lizza c'era (oltre a Bruno Tabacci e Laura Puppato) sempre Matteo Renzi battuto alla fine da Pier Luigi Bersani, il fact checking live, le domande via Twitter e l'applausometro. le domande via Twitter potranno essere inviate utilizzando l'hashtag #ilconfrontopd. Questa volta, però, il PD sembra aver preso la competizione molto più seriamente, visto che a differenza della scorsa volta, i candidati alle primarie PD 2013 non sono stati trasformati in supereroi (democratici, naturalmente). Oltre che in televisione, il confronto tra Renzi, Cuperlo e Civati potrà poi essere seguito anche in diretta streaming su Skytg24.it oppure attraverso l'applicazione Sky Go, in simulcast sui principali smartphone, tablet e su computer Mac e Pc. Per una maggiore fruizione, infine, il confronto tra i candidati alle primarie del PD sarà anche disponibile per i non udenti sul servizio active al canale Sky TG24 Rassegne (canale 505 di Sky). La tensione, quindi, tra i candidati alle primarie del PD comincia a salire, con Matteo Renzi che si affida a FAcebook per lanciare un commento prima del confronto tv: "Fare politica significa avere una visione per i prossimi dieci anni della città, dell'Italia, dell'Europa. Ma anche essere concreti in mezzo alle persone. Non nascondersi dietro alla scrivania. Perchè così incontri le persone vere. Quelli che ti rimproverano: sei in ritardo con le email. Quelli che ti accusano: gli uffici latitano. Quelli che ti incoraggiano: oh, quel problema è risolto. Quelli che comunque alla fine ti abbracciano e ti dicono: quando vai in televisione, non sei solo, ricordatelo. Noi ci siamo. E quest'Italia si vòle cambiare anche noi. 'Non mollare, Matteino, stavolta è quella giusta' mi ha detto una signora. Stavolta è quella giusta, ho ripetuto dentro di me. Non so se è quella giusta, dipenderà dalle persone che andranno a votare l'8 dicembre. Ma so che è bello fare politica con ideali alti e la concretezza di chi tutti i giorni vive la vita reale, non quella degli addetti ai lavori".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: