le notizie che fanno testo, dal 2010

Casavatore, Mirabelli: M5S fa guerra al PD e non alle mafie

"E' diventato ormai insopportabile l'uso strumentale dell'Antimafia da parte del MoVimento 5 Stelle. Il tentativo di oggi di coinvolgere il PD, il suo vice segretario e il ministro della Giustizia nell'inquietante vicenda di Casavatore è inaccettabile e supera ogni limite di decenza", comunica in una nota l'esponente PD Franco Mirabelli.

"E' diventato ormai insopportabile l'uso strumentale dell'Antimafia da parte del MoVimento 5 Stelle. Il tentativo di oggi di coinvolgere - si legge in una nota di Franco Mirabelli, senatore del PD -, senza che ve sia alcuna ragione, il PD, il suo vice segretario e il ministro della Giustizia nell'inquietante vicenda di Casavatore è inaccettabile e supera ogni limite di decenza."
"Guerini ed Orlando hanno ovviamente sostenuto il candidato del PD Silvestri, noto nell'area come personalità del movimento anti-camorra. Di fronte all'inchiesta, Silvestri si è già auto sospeso dal PD, ma soprattutto è chiaro che la camorra a Casavatore, durante il ballottaggio, ha utilizzato ogni strumento, anche intimidatorio, per far vincere il nostro avversario ed attuale sindaco. Di tutto ciò i 5 Stelle si accorgono oggi, il PD ha da tempo denunciato questa situazione e ormai da mesi chiede la Commissione d'accesso e il commissariamento del Comune di Casavatore. - precisa l'esponente dem - Siamo stufi di prendere lezioni da persone che non fanno nulla per intervenire prima e utilizzano le cronache giornalistiche per fare propaganda e non certo lotta alla mafia. Come al solito il loro obiettivo è combattere il PD e non la criminalità organizzata".
"Ovviamente non c'è alcuna ragione per convocare Lorenzo Guerini in Antimafia e credo che una richiesta in questo senso non solo sarebbe irricevibile, ma a questo punto richiederebbe una serie riflessione sul modo in cui il M5S tenta di utilizzare un'istituzione importante come l'Antimafia" conclude il parlamentare.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: