le notizie che fanno testo, dal 2010

Borgo d'Ale, Favero (PD): sanzioni più severe contro chi maltratta in strutture sanitarie

"Per evitare che si ripetano casi angoscianti e drammatici di maltrattamenti ai danni di disabili, anziani e bambini come quello avvenuto nella residenza geriatrica della Consolata, a Borgo d'Ale, in provincia di Vercelli, trasformata in un lager dagli operatori oggi arrestati, è necessario approvare al più presto sanzioni più pesanti e puntare sulla preparazione del personale e sui controlli", dal PD un comunicato di Nicoletta Favero.

"Per evitare che si ripetano casi angoscianti e drammatici di maltrattamenti ai danni di disabili, anziani e bambini come quello avvenuto nella residenza geriatrica della Consolata, a Borgo d'Ale, in provincia di Vercelli, trasformata in un lager dagli operatori oggi arrestati, è necessario approvare al più presto sanzioni più pesanti e puntare sulla preparazione del personale e sui controlli. Per questo ho presentato un'interrogazione parlamentare al ministro della Salute Beatrice Lorenzin e sono intervenuta nell'Aula del Senato" riferisce l'esponente del PD Nicoletta Favero in una nota.
"Maltrattamenti e torture ai danni di bambini e anziani, spesso pazienti psichiatrici affidati dai famigliari a strutture sociosanitarie sono ricorrenti ma intollerabili. - osserrva - Nella Commissione Sanità del Senato è in discussione un disegno di legge delega di riforma che norma varie questioni e che, in particolare all'articolo 6 prevede sanzioni più severe per chi compie reati contro persone ricoverate in strutture sanitarie e sociosanitarie residenziali e semiresidenziali".
"Pene più dure possono rappresentare un deterrente e dunque auspichiamo una rapida approvazione del testo. - conclude la parlamentare - In più, chiedo al ministro della Salute di aumentare i controlli su queste strutture e in particolare di verificare le competenze e la formazione del personale, certificando le irregolarità. Dobbiamo fare di tutto per far sì che un caso come quello di Borgo d'Ale non si ripeta più".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: