le notizie che fanno testo, dal 2010

Banche, Pelillo (PD): bene accordo UE, decreto già la prossima settima

"Il ministro Pier Carlo Padoan ha dato una buona notizia in merito al raggiungimento di un accordo con la Commissione europea al fine di smaltire i crediti bancari in sofferenza. Credo che già la prossima settimana arriverà il decreto legge di recepimento", così in una nota Pelillo dal Partito Democratico.

"Rispondendo alla nostra interrogazione, il ministro Pier Carlo Padoan ha dato una buona notizia in merito al raggiungimento di un accordo con la Commissione europea al fine di smaltire i crediti bancari in sofferenza. Credo che già la prossima settimana arriverà il decreto legge di recepimento" anticipa in una nota Michele Pelillo, capogruppo PD in commissione Finanze, in merito alla realizzazione di un meccanismo di gestione dei crediti bancari deteriorati.
"Sin dall'inizio è stato chiaro che i problemi evidenziati dal mercato borsistico dei titoli bancari sono da ricondurre all'entità dei crediti deteriorati. - precisa il deputato dem - Il fatto è che il tema dei NPL ( non performing loans ) in tempi di bail-in non può essere risolto se non con interventi mirati come è lo strumento messo a punto dal Governo, d'intesa con l'Unione europea".
"Siamo soddisfatti dell'azione promossa dal nostro esecutivo. - chiarisce - Non dimentichiamo che in Italia il sistema bancario è solido anche grazie alle misure già adottate dal Governo. Si tratta della riforma delle banche popolari, dell'intervento sulla risoluzione degli istituti in crisi, di quello in materia di procedure di recupero dei crediti inesigibili e di deducibilità delle svalutazioni e delle perdite su crediti e delle misure di prossima definizione che dovrebbero comprendere il progetto di riforma delle banche di credito cooperativo".
"Si rende tuttavia necessario alleggerire ulteriormente l'elevato livello di partite deteriorate, - conclude Pelillo - obiettivo del decreto legge che presto arriverà in Parlamento".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: