le notizie che fanno testo, dal 2010

PD, Garavini: dopo Oscar a La grande bellezza serve nuova strategia politica

L'assegnazione dell'Oscar come miglior film straniero a 'La grande bellezza' di Paolo Sorrentino deve servire per "mettere in atto una nuova strategia politica, capace di garantire maggiore supporto al cinema italiano" sottolinea Laura Garavini, componente dell'Ufficio di presidenza del gruppo PD alla Camera.

"L'assegnazione dell'Oscar come miglior film straniero a 'La grande bellezza' di Paolo Sorrentino conferma la grande vitalità del cinema italiano. E' motivo di grande gioia e orgoglio il fatto che la statuetta più prestigiosa del cinema mondiale torni all'Italia dopo 15 anni dalla vittoria de 'La vita è bella' di Roberto Benigni. Il nostro Paese torna a distinguersi nel mondo per la poesia, la leggerezza e la bellezza dei sogni e delle storie rappresentati dalle nostre pellicole" afferma in una nota Laura Garavini, componente dell'Ufficio di presidenza del gruppo PD alla Camera. Garavini prosegue: "Il cinema italiano, con tutti i suoi talenti e potenzialità, raggiunge una fetta ancora molto piccola del mercato cinematografico internazionale e le opportunità sono largamente inutilizzate. In questo senso mi auguro che questo prestigioso riconoscimento serva a mettere in atto una nuova strategia politica, capace di garantire maggiore supporto al cinema italiano". La deputata del PD precisa quindi che "i tagli che hanno colpito il settore negli ultimi dieci anni hanno arrecato grossi danni ad un'industria culturale di primo livello" ricordando: "Il fatto che il governo Letta abbia reintrodotto il tax credit (le agevolazioni fiscali per chi, banche comprese, investe nel cinema) ha ridato fiato ad artisti e produttori. Ora è opportuno che il Ministero dei Beni culturali e quello dell'Economia lavorino a stretto contatto a un piano di largo respiro per riprendere a scommettere su un cinema giovane, innovativo e di qualità".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: