le notizie che fanno testo, dal 2010

Eddie Murphy rinuncia ad Oscar 2012 dopo le dimissioni di Brett Ratner

Dopo le dimissioni di Brett Ratner, produttore che doveva mettere in scena lo spettacolo della notte degli Oscar, anche Eddie Murphy abbandona lo show, essendo il regista "il suo partner creativo".

Il giorno dopo le dimissioni di Brett Ratner, che aveva il compito di produrre la serata degli Oscar in programma il prossimo 26 febbraio, anche Eddie Murphy rinuncia alla sua partecipazione , in veste di ospite ma soprattutto di mattatore. Con la scelta di Eddie Murphy la notte degli Oscar ritornava al "classico", con il comico come ospite che aveva il compito di animare una cerimonia che negli ultimi anni ha perso molto del suo "appeal" iniziale. Tutto è iniziato quando Brett Ratner se ne uscito, durante la conferenza stampa di "Tower Heist", una commedia d'azione con Eddie Murphy e Ben Stiller, con una battuta giudicata omofoba, affermando che le prove sarebbero roba da "fags". Ma le dimissioni sono arrivate dopo che il regista ha fatto alcune dichiarazioni particolarmente "spinte" e "volgari", come i più le hanno giudicate, espresse durante il programma radiofonico di Howard Stern. "Ho bisogno di rassegnare le dimissioni" avrebbe detto Brett Ratner il giorno dopo le sue "uscite" in radio, telefonando a Tom Sherak, il presidente della Academy of Motion Picture Arts & Sciences, come rivela durante una intervista (http://is.gd/JnW04y). "Non ho intenzione di ferire l'accademia o voi e devo rimediare al problema" avrebbe ammesso Brett Ratner al telefono con Tom Sherak, che ribadisce come il regista si sia dimesso perché resosi conto del fatto di aver esagerato. Tom Sherak spiega che dopo la prima esternazione "omofoba" aveva pensato di concedere al produttore una seconda possibilità perché, sottolinea, convinto di non aver usato quella espressione "maliziosamente". Ma il secondo episodio è stato come la goccia che fa trabboccare il vaso, perché "l'accademia è un luogo speciale. Si tratta di integrità in ogni sua forma modo o forma", precisa Sherak. "Le parole hanno un significato - conclude Sherak - e hanno delle conseguenze. Speriamo che questo gesto sia l'occasione per sensibilizzare l'opinione pubblica sul danno causato da considerazioni sconsiderate e insensibili, a prescindere dalle intenzioni". La decisione di lasciare lo show da parte di Eddie Murphy è stata invece una diretta conseguenza, visto che Brett Ratner è "il suo partner creativo", come sottolinea sempre Sherak (http://is.gd/UafaUU), che quindi ne condivide la scelta. Eddie Murphy spiega di come fosse "impaziente di far parte dello show degli Oscar", sottolineando come il lavoro del suo team "di produzione e scrittori aveva appena iniziato a svilupparsi", dicendosi però sicuro che anche la nuova produzione e i nuovi ospiti faranno sicuramente "un lavoro altrettanto grande". Al posto di Brett Ratner è stato quindi chiamato Brian Grazer, produttore cinematografico e televisivo statunitense, fondatore assieme a Ron Howard della Imagine Entertainment.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# comico# Eddie Murphy# lavoro# Oscar# Ron Howard# scrittori