le notizie che fanno testo, dal 2010

Osama Bin Laden: sul PC i segreti, anche sui piani dell'11 Settembre?

Osama Bin Laden è stato ucciso anche se "non armato". Informaticamente, però, sembrava custodire una autentica "miniera d'oro", e chissà che in quei Pc non fossero custoditi i piani dell'attentato dell'11 Settembre 2001.

Osama Bin Laden al momento del bliz degli ormai leggendari e altisonanti Navy Seals, gli uomini rana giunti in Pakistan per ordine degli Stati Uniti con l'intento di "terminare" il leader di Al Qaida, non era "armato" anche se ha "opposto resistenza", non si sa bene in che modo, come spiega la Casa Bianca. La notizia, però, che nella "villa" di Abbottabad dove viveva il 54enne con la moglie e i figli, pare a soli 800 metri dall'Accademia militare per ufficiali pachistani dell'esercito regolare e dello stesso servizio segreto interno Isi, ci fossero computer, hard disk e diverso materiale elettronico farebbe pensare, ai più fantasiosi, che forse il commando ha ritenuto necessario uccidere un Osama Bin Laden disarmato per paura che con un semplice INVIO potesse diffondere chissà quali virus infettando la rete di mezzo mondo. Oppure chissà mandare dei files in rete svelando tutti i segreti custoditi gelosamente in questi anni. In molti, infatti, avrebbero preferito vedere Osama Bin Laden alla sbarra raccontare come ha organizzato gli attentati dell'11 settembre 2001, per esempio. Fatto sta che ora gli americani avrebbero in mano una autentica "miniera d'oro" fatta da personal computer e memorie, tanto che l'intelligenze USA sembra non stare più nella pelle alla sola idea di sviscerare i segreti conservati dal nemico pubblico numero uno, tanto da sottolineare che "centinaia di persone ci stanno lavorando, sarà un grande evento anche se se ne renderà utilizzabile solo il 10%".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: