le notizie che fanno testo, dal 2010

Con Osama Bin Laden morto rischio attentato in Europa con arma atomica

Osama Bin Laden è morto, annuncia Barack Obama, ma non la guerra al terrorismo e ad Al Qaida, tanto che si temono attacchi per vendicare l'uccisione del "Principe del Male" e si paventa "l'idea di un attentato terribile con un arma atomica nascosta da qualche parte in Europa".

L'uccisione di Osama Bin Laden sembra essere servita per portare quella "giustizia" promessa anni fa da George W. Bush ma non certamente per evitare quel tipo di terrorismo nato a seguito dell'attentato dell'11 settembre 2001. La vittoria di Barack Obama potrebbe forse tramutarsi in una "vittoria di Pirro" visto che l'annuncio della morte del "Principe del Male" Osama Bin Laden sembra aver generato solo "l'innalzamento" del livello di allerta negli Stati Uniti e in tutti quei Paesi (compresa l'Italia) suoi alleati. Ieri notte (2 maggio in Italia), in collegamento su Rainews è intervenuta anche la corrispondente della Rai Giovanna Botteri che spiegava il motivo per cui Barack Obama, nel suo discorso alla nazione, precisava il fatto che gli USA non sono mai stati e mai saranno in guerra con l'Islam "perché Osama Bin Laden non è un leader islamico". Questa precisazione "è estremamente importante perché la prima cosa che in questo momento temono i servizi segreti è la reazione rabbiosa, furibonda, che potrebbe esserci dopo questo annuncio" spiegava la Botteri in collegamento con Luca Boccia. "E' emersa la realtà di Bin Laden subito dopo gli attentati: Osama Bin Laden scappa in Afghanistan e si rifugia dagli amici talebani ma fa molto di più: passa in qualche modo il comando, essendo Bin Laden sicuro di venire prima o poi catturato, ucciso, passa il comando di Al Qaida ad una serie di gruppi di potere talebani" continua Giovanna Botteri, che prosegue rivelando un retroscena che, se fosse vero, sarebbe a dir poco inquietante: "Secondo i suoi uomini rinchiusi a Guantanamo addirittura ci sarebbe l'idea di un attentato terribile con un arma atomica nascosta da qualche parte in Europa in caso di uccisione". L'inviata della Rai negli Stati Uniti ricorda infatti come lo stesso Barack Obama abbia precisato che "la morte di Bin Laden non significa la fine di Al Qaida". Cosa significhi, quindi, a parte l'enorme aspetto simbolico, non è ancora dato sapere.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: