le notizie che fanno testo, dal 2010

Olimpiadi invernali Sochi 2014, sci alpino: Merighetti medaglia di legno

Nella discesa femminile di sci alpino vincono a pari merito l'oro di queste Olimpiadi invernali di Sochi 2014 la slovena Tina Maze e la svizzera Dominique Gisin. Un'altra svizzera, Lara Gut, si piazza al terzo posto. Amarezza quindi per l'Italia, con l'azzurra Daniela Merighetti che arriva quarta e conquista la cosiddetta medaglia di legno. Al termine della discesa commenta: "Devo andarne comunque orgogliosa, ma sembrava destino".

Nella discesa femminile di sci alpino vincono a pari merito l'oro di queste Olimpiadi invernali di Sochi 2014 la slovena Tina Maze e la svizzera Dominique Gisin. Un'altra svizzera, Lara Gut, si piazza al terzo posto. Amarezza quindi per l'Italia, rimasta con il fiato sospeso per la bella quanto sfortunata prova dell'azzurra Daniela Merighetti, quarta al traguardo della discesa di sci alpino a soli 27 centesimi dalla vittoria e a 10 centesimi dal bronzo di Lara Gut. Una medaglia di legno comunque ricca di soddisfazioni per Daniela Merighetti, la cui partecipazione alla gara è rimasta in dubbio fino ad un paio di giorni fa in seguito alla caduta rimediata proprio nel primo giorno di prove. Purtroppo, un errore nell'ingresso della discesa ha fatto perdere circa mezzo secondo all'azzurra, fatale per la conquista di una medaglia. "Forse avrei potuto affrontare l'ultima parte della pista in maniera diversa se avessi avuto modo di provarla un'altra volta e se fossi stata meglio negli ultimi giorni" ammette Daniela Merighetti al termine della discesa di Sochi 2014, che sottolinea: "Mi sento comunque fortunata perché nella vita ho la possibilità di fare ciò che mi piace, mi piacerebbe avere la medaglia al collo ma purtroppo non è così. Questo piazzamento fa parte del gioco ma devo andarne comunque orgogliosa. - e riflette - L'altro giorno ho letto un tweet di Maze che diceva che qualcuna doveva arrivare quarta: è toccato a me, sembrava destino". L'azzurra Elena Fanchini ha invece concluso al dodicesimo posto con un ritardo di 1"13, mentre si piazza quattordicesima Verena Stuffer a 1"18 e ventiduesima Nadia Fanchini, che come sottolinea la FISI (Federazione italia sport invernali) ha pagato l'alto pettorale di partenza (il 30) e lo scarso feeling che quest'anno sta avendo in questa specialità.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Italia# Olimpiadi# sci