le notizie che fanno testo, dal 2010

Olimpiadi 2012 ginnastica artistica cede al Trampolino elastico

Nella finale del Concorso Generale di ginnastica artistica in queste Olimpiadi 2012 di Londra si piazzano all'ottavo posto Vanessa Ferrari, che ha ancora una finale nel corpo libero, e 21esima Carlotta Ferrari, la protagonista di "Ginnaste - vite parallele". Oggi al North Greenwich Arena la ginnastica artistica cede il posto al Trampolino elastico, con l'azzurro Flavio Cannone.

Ci avrebbe "messo la firma" Vanessa Ferrari per questo ottavo posto (con 57.999 punti) nel Concorso Generale di ginnastica artistica, perché "se danno i diplomi olimpici soltanto ai primi otto vorrà dire che conta qualcosa". Carlotta Ferrari, invece, la protagonista della docu-fiction "Ginnaste - vite parallele", si deve accontentare del 21esimo posto con il totale di 55.098 punti, a causa di uno sbaglio nel triplo avvitamento sulla prima diagonale al corpo libero, nonostante alla trave avesse cominciato benissimo. Vanessa Ferrari, invece, è partita "bene al volteggio con un bel doppio avvitamento", come spiega lei stessa, sottolineando di non capire "certi scarti con le prime". Non è la prima volta, infatti, che Vanessa Ferrari spiega che il volteggio "sposta troppo gli equilibri della gara" e che quindi, a suo giudizio, il Codice dovrebbe essere rivisto. Il risultato di Vanessa Ferrari è comunque ottimo, visto che nella ginnastica artistica il livello tecnico in questi ultimi quatto anni è aumentato considerevolmente. "Rispetto a Pechino 2008, dove c'erano soltanto due marziane, la Liukin e la Johnson mentre con le altre te la potevi giocare, qui erano forti tutte, le americane, le due russe e le rumene" evidenzia la stessa Vanessa Ferrari, precisando come lei "sia tornata quella del 2006, pur avendo sei anni di più" ma che nel frattempo, la ginnastica artistica si è "a sua volta evoluta". La finale del Concorso generale di ginnastica artistica individuale di queste Olimpiadi 2012 di Londra è stata infatti vinta dalla statunitense Gabrielle Douglas (16 anni) con il punteggio complessivo di 62.232, divenendo la prima ginnasta di colore a salire sul gradino più alto del podio olimpico All-around. Argento e bronzo, invece alle russe Victoria Komova, con 61.973, e Aliya Mustafina, ex aequo a quota 59.566 con l'altra americana, Alexandra Raisman, ma che si è piazzata quarta a causa delle sue partenza più basse. "Nell'ambiente si sapeva che Gabrielle Douglas era forte - ammette Vanessa Ferrari - Aveva fatto benissimo ai Trials e da loro sapete quanto sia importante, quasi più dell'Olimpiade stessa. Anche perché se entri in quello squadrone difficile poi che torni a casa a mani vuote". Ma per Vanessa Ferrari le Olimpiadi di Londra non terminano ancora, perché "c'è ancora una finale, la più importante delle tre", ricorda la campionessa italiana di ginnastica artistica. In programma il 7 agosto, dalle ore 17:20 italiane, infatti, c'è la finale di ginnastica artistica corpo libero, dove Vanessa Ferrari ha la possibilità di conquistare una medaglia, sempre che "le giurie siano più coerenti", spera la ginnasta. La ginnastica artistica in queste Olimpiadi 2012 va in pausa per un paio di giorni, lasciando oggi il posto al Trampolino elastico uomini e donne. Oggi 3 agosto gareggerà per l'Italia, nel Trampolino elastico, Flavio Cannone, impegnato dalle ore 15:00 italiane nell'obbligatorio maschile, seguito alle 15:45 dal libero e poi dall'eventuale finale in programma alle ore 16:35.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: