le notizie che fanno testo, dal 2010

Ginnastica ritmica Olimpiadi 2012: il valore Artistico delle Farfalle

Ferme al secondo posto in classifica anche dopo la seconda rotazione ai tre nastri e due cerchi, la squadra della ginnastica ritmica italiana conquista la finale di queste Olimpiadi 2012 di Londra, dove si spera nel riconoscimento del valore Artistico delle Farfalle, e della scuola italiana, come spiega l'allenatrice Emanuela Maccarani.

Conclusa la seconda rotazione ai tre nastri e due cerchi, la squadra della ginnastica ritmica italiana resta ferma in seconda posizione nella classifica, a quota 55.800, conquistando di diritto un posto nella finale di queste Olimpiadi 2012 di Londra. Le Farfalle della ginnastica ritmica volano alto, e finora davanti a loro solo la squadra della Russia, a quota 56.375. Ma domenica 12 agosto tutto viene azzerato, e "margini di miglioramento in vista della finale ci sono sempre" sottolinea il capitano delle azzurre della ginnastica ritmica Elisa Santoni, alla sua terza Olimpiade. "I punteggi sono corretti e ci danno la possibilità di giocarcela. Cosa che non accadeva più da tanto - spiega ancora la Santoni - Era frustrante fare bene, con gli stessi esercizi con cui avevi vinto il mondiale, eppure ritrovarsi a un punto di distacco, magari già a metà gara". Il capitano delle Farfalle (in squadra con Elisa Blanchi, Anzhelika Savrayuk, Romina Laurito, Marta Pagnini e Andreea Stefanescu) assicura che in pedana, domenica, c'è la possibilità di essere "ancora più precise e guadagnare nell'esecuzione". Esecuzione che nella seconda rotazione di ieri, ai tre nastri e due cerchi, i giudici hanno valutato 9.100, un decimo in meno rispetto ai punti dell'esercizio con le 5 palle (9.200). Il punteggio tecnico (la nota "D") è invece di 9.100 (alle palle 9.400) mentre il valore artistico è come nella prima rotazione a quota 9.500, grazie alla bellezza e alla complessita degli esercizi, per un totale parziale di 27.700. A dominare la classifica delle 8 squadre di ginnastica ritmica che passano alla fase finale di queste Olimpiadi 2012 di Londra è appunto la Russia a 56.375, mentre dietro l'Italia c'è la Bielorussia (54.750), la Bulgaria, la Spagna, l'Ucraina, Israele e il Giappone. Rimanere alle calcagne della Russia "era dura", evidenzia l'allenatrice della squadra di ginnastica ritmica italiana Emanuela Maccarani, spiegando che nella seconda rotazione ai tre nastri e due cerchi le Farfalle hanno "tirato l'esercizio" anche perché "con i due attrezzi è molto più rischioso - e spiega - I nastri poi, sono davvero insidiosi. Le ragazze sono state coraggiose, attaccando fin dalla prima nota e tenendo la pedana con grande autorità". L'allenatrice della azzurre della ritmica sottolinea che ormai "i punti contano poco, visto che domenica si ripartirà da zero", ammettendo però che comunque "fanno morale e questo è già tanto". La Maccarani ricorda poi che "per il Codice dei Punteggi attuale il valore dell'Artistico conta poco, eppure è lì che la scuola italiana va forte - e aggiunge - Obiettivamente da questo punto di vista non c'è confronto con alcuno. Ecco, vorrei andar via da qui con un riconoscimento del nostro Artistico, per proseguire quella che ormai gli addetti ai lavori definiscono la scuola italiana. Altrimenti, lo dico chiaramente, varrà la pena in futuro adeguarsi e fare cose più semplici". Appuntamento quindi con la finale di ginnastica ritmica a squadre domenica 12 agosto a partire dalle 14:30 con la prima rotazione (5 palle) e a seguire la seconda rotazione (tre nastri e due cerchi), nella speranza che anche l'ultimo giorno di queste Olimpiadi 2012 di Londra il podio si tinga d'azzurro, il più in alto possibile, come sono abituate a volare le Farfalle.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: