le notizie che fanno testo, dal 2010

Conferenza stampa Alex Schwazer, video: l'EPO comprato in Turchia

La conferenza stampa di Alex Schwazer è durata circa un'ora, dopo il marciatore azzurro ha spiegato la scelta del doping e dove se lo sarebbe procurato, e cioè in Turchia. Il video integrale su Youtube.

Ha parlato per circa un'ora in conferenza stampa Alex Schwazer, il marciatore azzurro escluso dalle Olimpiadi 2012 di Londra per doping. Alex Schwazer, prima di partire per Londra 2012, ha ricevuto un controllo antidoping dalla WADA, a cui, spiega, non si è sottratto anche se in realtà sarebbe bastato far dire alla madre che "non era in casa" per evitare il test. Ma Alex Schwazer, dice, voleva solo che "finisse tutto", stanco di iniettarsi l'eritropoietina (EPO) di nascosto, all'insaputa dell'allenatore, dei medici che lo seguivano e della fidanzata Carolina Kostner, che gli è rimasto affianco anche dopo la sconcertante notizia. L'EPO, rivela Alex Schwazer, l'atleta azzurro sarebbe andato a comprarlo in Turchia, perché qui in Italia, invece, serve una ricetta. Alex Schwazer spiega di essere partito con 1.500 euro, di averli cambiati in moneta turca e di essersi recato in una farmacia di Antalya (Adalia) dove li avrebbe "appoggiati sul bancone" per ricevere l'EPO, senza che i farmacisti "facessero domande". Il viaggio in Turchia di Alex Schwazer sarebbe durato tre giorni, nel settembre scorso, ma assicura che l'EPO l'ha cominciato a prendere solo dopo il 13 luglio, giorno in cui era stato sottoposto ad un altro controllo antidoping. Alex Schwazer ribadisce di non aver mai fatto uso di doping nelle precedenti competizioni, compresa quella di Pechino 2008 dove ha vinto l'oro olimpico. Smentisce, inoltre, che lui si sia rivolto in passato (nel 2010) al dottor Michele Ferrari per motivi di doping. Inoltre, Alex Schwazer afferma che, anche se non fosse arrivato il controllo antidoping, probabilmente non avrebbe comunque corso la 50 chilometri di Londra 2012, dopo aver rinunciato anche alla 20 chilometri. Il sogno di Alex Schwazer è quello di condurre, ora, una "vita normale", lasciando intendere di non riuscire più ad amare la marcia come un tempo, spiegando che i sacrifici riescono ad essere sopportati solo se c'è una grande passione, come la ha Carolina Kostner per il pattinaggio. Alex Schwazer rivela però che alcuni dei suoi sponsor non l'hanno abbandonato, come la Despar che non gli volgerà "completamente le spalle" affinché l'uomo "riprenda in mano la sua vita per un nuovo inizio". La Ferrero ha invece comunicato che interromperà la sua sponsorizzazione, anche perché all'interno dei contratti stipulati con gli atleti c'è anche una "clausola di risoluzione per comportamenti non etici ed antisportivi". Su Youtube un video, postato dalla Rai, dove è possibile vedere ed ascoltare integralmente la conferenza stampa di Alex Schwazer .

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: