le notizie che fanno testo, dal 2010

Rio 2016, nuoto di fondo: Rachele Bruni arriva terza ma è argento

Taglia il traguardo terza ma si mette al collo la medaglia d'argento Rachele Bruni, l'azzurra del nuoto di fondo che il giorno di Ferragosto ha disputato la finale della 10 km di queste Olimpiadi di Rio 2016.

L'azzurra Rachele Bruni, nelle acque di Fort Copacabana, chiude il giorno di Ferragosto al terzo posto nella finale della 10 km di nuoto di fondo ma conquista la medaglia d'argento in queste Olimpiadi di Rio 2016. La giuria infatti squalifica la francese Aurelie Muller per aver danneggiato la Bruni, alla sua prima esperienza olimpica, sul traguardo, che l'azzurra taglia in 1h 56'49''5.

"All'arrivo Muller mi ha affossata, impedendomi di toccare la piastra; mi è proprio salita sopra. - racconda Rachele Bruni dopo la premiazione - Mi dispiace perché avrebbe meritato la medaglia, ma la decisione dei giudici è stata corretta. In quel momento ho pensato solo a riaffiorare dall'acqua il prima possibile per toccare, ma sapevo di aver subito un torto. Peraltro nel corso della gara ci sono state molte ammonizioni: la giuria ha cercato di evitare i contatti".

Davanti alla 26enne fondista di Firenze c'è l'olandese Sharon Van Rouwendall (oro in 1h56'32''1) e alle sue spalle la brasiliana Poliana Okimoto (bronzo in 1h56'51''4). L'Italia del nuoto in acque libere festeggia così la seconda medaglia a cinque cerchi della storia dopo il bronzo di Martina Grimaldi conquistato alle Olimpiadi di Rio 2012 al Serpentine di Hyde Park.

"Sono felice perchè ho lavorato tanto, mi sono allenata duramente e ho compiuto molti sacrifici" ricorda Rachele Bruni, sottolineando: "Ho disputato una buona prova. Sono rimasta in gruppo per due terzi. Successivamente ho raggiunto il quartetto di testa e mi sono fatta trovare pronta allo sprint".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: