le notizie che fanno testo, dal 2010

Olimpiadi Rio 2016, tuffi sincro: finalmente argento per Cagnotto e Dallapè

Finalmente una medaglia olimpica. Sono le Olimpiadi di rio 2016 a regalare a Tania Cagnotto e Francesca Dallapè un argento nei tuffi sincro.

Alla fine ce l'hanno fatta. Nella giornata di ieri, 7 agosto, Tania Cagnotto e Francesca Dallapè hanno conquistato per la prima volta una medaglia olimpica. Dopo tanti piazzamenti (18esima a Sydney 2000, ottava ad Atene 2004, quinta a Pechino 2008, quarta a Londra 2012 sia dai tre metri che nel sincro) sono le Olimpiadi di Rio 2016 a permettere a Tania Cagnotto di mettersi al collo la sua prima medaglia a cinque cerchi. Con Francesca Dallapè vince infatti un argento nei tuffi sincronizzati. Le due azzurre hanno totalizzato infatti 313,83 punti e si sono piazzate dietro le cinesi Shi e Wu (345,60). Medaglia di bronzo invece per le australiane Keeney e Smith (299,19). Per l'Italia è la decima medaglia dei tuffi alle Olimpiadi a distanza di 36 anni da Mosca 1980, da quel bronzo di Giorgio Cagnotto (padre di Tania) dal trampolino tre metri.

"Abbiamo iniziato nel 2009 e abbiamo trovato subito un grande feeling. Siamo cresciute, siamo diventate donne, atlete ed amiche. Lei lavora tanto, io sono molto severa con me stessa. E' stato un cammino lungo con moltissime soddisfazioni e poche delusioni. Tania mi ha dato fiducia anche quando io credevo poco in me stessa. Col tempo io ho tramesso le mie emozioni e il mio entusiasmo, lei le sue grandissime qualità tecniche ed umane" ricorda Francesca Dallapè dopo lo storico argento.

"Francesca sembra fragile - spiega invece Tania Cagnotto - ma in gara è più calma di me. Per lei non ero assolutamente preoccupata, ero sicura che i suoi tuffi li avrebbe fatti bene. Io, invece, anche se posso sembrare tranquilla, sul trampolino soffro tanto e oggi, di nuovo, sul triplo e mezzo avanti, con tutta l'esperienza che ho, sono riuscita a prendere il contraccolpo. Ero troppo agitata. Non abbiamo ottenuto un gran punteggio, meno che agli europei di Londra quando vincemmo con 327.81 e questa è la dimostrazione che l'Olimpiade è una storia a sé. Capita che non sempre vince il più forte, ma in questo caso sì, le cinesi e poi noi".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: