le notizie che fanno testo, dal 2010

Girone E: Olanda-Danimarca 2-0

La prima partita del girone E vede l'Olanda di Van Marwijk battere la Danimarca di Morten Olsen per 2-0 non senza qualche difficoltà.

L'Olanda inizia con il piede giusto la sua avventura nel Mondiale sudafricano. A Johannesburg, gli oranje di Van Marwijk superano per 2-0 la Danimarca di Morten Olsen soffrendo molto più di quanto possa dire il risultato finale. La prima partita del girone E non ha concesso molto allo spettacolo, con l'Olanda, condizionata dall'assenza di Arjen Robben, che ha trovato molte difficoltà ad avere la meglio su una Danimarca ben coperta e pronta a chiudersi in difesa. La massiccia presenza danese a centrocampo ha costretto Wesley Sneijder, anima e cervello degli oranje, ad abbassarsi per poter impostare la manovra, ma il centrocampista dell'Inter non ha ricevuto molto supporto da un Kuyt apparso statico e disorientato e da un Van Persie stranamente frettoloso e impreciso. La partita si sblocca quasi casualmente ad inizio ripresa, quando su un cross di Van Persie la difesa danese va in confusione e costruisce la più classica delle autoreti: il tentativo di rinvio di testa del difensore Poulsen termina sulla schiena del compagno Agger, prima di rotolare beffardamente alle spalle del portiere Sorensen. La gara sembra mettersi in discesa, anche perché la Danimarca non sembra avere i mezzi per poter impensierire l'esperta difesa olandese. L'Olanda continua ad applicare senza fretta il suo gioco, ma la vera svolta arriva con l'ingresso in campo del giovane Elia, che si mette in mostra in diverse occasioni, ma soprattutto crea i presupposti per il raddoppio di Kuyt, bravo e fortunato nel mettere dentro la palla respinta dal palo su un'ottima conclusione di Elia. Senza impressionare l'Olanda conquista i primi tre punti e attende il secondo match tra Camerun e Giappone.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: