le notizie che fanno testo, dal 2010

ONU, sanzioni Libia approvate: embargo armi e blocco beni Gheddafi

L'ONU ha approvato la risoluzione che sancisce le sanzioni nei confronti della Libia, tra cui l'embargo delle armi, il blocco dei beni di Gheddafi e un possibile intervento dell'Aja. Frattini specifica che l'Italia non ha vincoli ad intraprendere future azioni nei confronti di Tripoli.

Il consiglio di sicurezza dell'ONU ha approvato nel corso della notte la risoluzione 1970, che fa riferimento all'articolo 7 della Carta delle Nazioni Unite, come sottolinea l'ambasciatrice degli Stati Uniti all'ONU Susan Rice, che non esclude un possibile intervento internazione in Libia nel caso in cui "la grave e sistematica violazione dei diritti umani" nel Paese si protraesse. Il documento, nel deplorare la "repressione di manifestanti pacifici", ha quindi stabilito le sanzioni che prevedono in particolare il blocco dei beni del colonnello Gheddafi, dei suoi familiari e di alcuni esponeti del regime. Ma la risoluzione prevede anche l'embargo alle vendite di armi e un possibile coinvolgimento della corte penale internazionale dell'Aja per i crimini di guerra o contro l'umanità commessi in Libia.
E mentre il Ministro degli Esteri italiano Franco Frattini fa sapere alla comunità internazionale che "di fatto" il Trattato di Amicizia con la Libia è sospeso e che quindi il nostro Paese non avrebbe nessun vincolo ad intraprendere future azioni nei confronti di Tripoli e del suo dittatore, l'Alto rappresentante per la politica estera dell'UE, Catherine Ashton, ribadisce che "le violazioni dei diritti umani devono cessare immediatamente" e sottolinea che "Gheddafi e le autorità libiche sanno che le loro azioni inaccettabili e scandalose avranno conseguenze".
Si attende in queste ore, inoltre, la conferenza stampa nella quale l'ex ministro della Giustizia Mustafa Abdeljalil, passato dalla parte degli oppositori del regime, svelerà la composizione del nuovo governo libico ad interim che avrà sede a Bengasi, la prima città liberata dal dittatore.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: