le notizie che fanno testo, dal 2010

ONU: minori abusati da soldati francesi nella Repubblica Centrafricana

Un rapporto dell'ONU documenta che alcuni soldati francesi hanno usato violenza contro dei minori nella Repubblica Centrafricana. I bambini erano adescati mentre andavano a cercare da mangiare. Al The Guardian, Paula Donovan, co-direttore di Aids Free World, chiede che venga istituita una commissione d'inchiesta veramente indipendente sulla vicenda. Non è la prima volta che l'ONU deve affrontare scandali relativi a casi di abusi su minori.

Un rapporto dell'ONU accusa le truppe internazionali, ed in particolare i soldati francesi, di avere commesso degli stupri sui bambini della Repubblica Centrafricana. Il rapporto è stato rivelato dal quotidiano britannico The Guardian, che denuncia il fatto che lo svedese Anders Kompass, un operatore umanitario delle Nazioni Unite, è stato sospeso dopo aver rivelato ai pubblici ministeri l'esitenza di un documento interno sull'abuso sessuale dei bambini da parte delle truppe di pace francesi nella Repubblica Centrafricana. Il rapporto ONU ha documentato lo sfruttamento sessuale di 9 bambini da parte delle truppe francesi. Le violenze sono state perpetrate tra dicembre 2013 e giugno 2014, quindi mentre la missione Minusca delle Nazioni Unite si trovava in fase di preparazione. I bambini vittime degli abusi erano tra le decine di migliaia di sfollati di Bangui a causa dei combattimenti nella Repubblica Centrafricana. Il rapporto rivela che i minori venivano sfruttati sessualmente in cambio di cibo e piccole somme di denaro, ed adescati proprio mentre i piccoli erano in cerca di qualcosa da mangiare.

Anders Kompass avrebbe passato il documento alla magistratura francese perché ritiene che l'ONU non abbia portato avanti gli sforzi necessari per fermare gli abusi. La relazione che documentava le violenze, infatti, è stata approvata all'interno dell'ufficio dell'alto commissario per i diritti umani a Ginevra nell'estate del 2014. Kompass è attualmente accusato di aver violato i protocolli delle Nazioni Unite poiché ha divulgato i dettagli di un rapporto confidenziale. Il governo francese ha confermato che le autorità di Parigi stanno indagando in merito alle accuse. In una dichiarazione, il Ministero della Difesa francese ha specificato che il governo "alla fine del mese di luglio 2014 era stato messo al corrente dall'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani delle accuse mosse dai bambini sessualmente abusati nei confronti di alcuni soldati francesi". L'indagine sarebbe stata quindi avviata poco dopo. Il Ministero della Difesa francese ha assicurato infine che "saranno adottate tutte le misure necessarie per consentire di trovare la verità".

Al The Guardian, Paula Donovan, co-direttore di Aids Free World, chiede però che venga istituita una commissione d'inchiesta veramente indipendente sulla vicenda, denunciando che "la risposta istintiva delle Nazioni Unite" nei casi di "violenza sessuale da parte del suo personale" è quella di "ignorare, negare, nascondere, dissimulare". Il Guardian ricorda che l'ONU già in passato ha dovuto affrontare numerosi scandali relativi a segnalazioni di abusi su minori nella Repubblica Democratica del Congo, in Kosovo, in Bosnia ma anche ad Haiti, Burundi e Liberia.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: