le notizie che fanno testo, dal 2010

Parlamento UE: no a soia OGM resistente a glifosato per alimenti e mangimi

Il Parlamento europeo chiede alla Commissione di non utilizzare soia geneticamente modificata resistente agli erbicidi in alimenti e mangimi ricordando che l'erbicida glifosato è stato classificato come "probabilmente cancerogeno" per l'uomo dall'OMS.

Con la votazione di mercoledì 3 febbraio, il Parlamento europeo chiede alla Commissione di non utilizzare soia geneticamente modificata resistente agli erbicidi in alimenti e mangimi. I tre semi di soia OGM che saranno autorizzati dalla Commissione europea per l'uso in alimenti e mangimi sono FG72, MON 87708 x MON 89788 e MON 87705 x MON 89788. I deputati europei hanno però approvato tre obiezioni separate, tutte presentate da Bart Staes (Verdi/ALE, BE), Sirpa Pietikäinen (PPE, FI), Guillaume Balas (S&D, FR), Lynn Boylan (GUE/NGL, IE) e Eleonora Evi (EFDD, IT). In primis i deputati hanno sottolineano che l'erbicida glifosato, che è tollerato dai tre tipi di soia geneticamente modificati (insieme ad altri erbicidi nel caso di FG72 e MON 87708 x MON 89788), è stato classificato come "probabilmente cancerogeno" per l'uomo dall'Organizzazione Mondiale della Sanità il 20 marzo 2015. Con l'approvazione delle tre obiezioni, il Parlamento UE ha inoltre evidenziato che dall'entrata in vigore del processo di autorizzazione, ogni decisione di autorizzazione è stata presa dalla Commissione europea senza il sostegno di una maggioranza qualificata di Stati membri. I deputati sottolineano quindi che l'eccezione alla procedura insieme è diventata la norma per quanto riguarda le decisioni inerenti alle autorizzazioni di alimenti e mangimi geneticamente modificati.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: