le notizie che fanno testo, dal 2010

Pachino OGM, Galan: creato in Israele e impiantato in Sicilia

Il Ministro dell'Agricoltura Galan torna a parlare degli OGM e del Made in Italy: "Tra i prodotti agricoli che mangiamo oggi non ce n'è uno che assomigli a quelli di una volta...mi dicono che il pomodoro pachino è stato creato in Israele e poi impiantato in Sicilia".

Il Ministro dell'Agricoltura Giancarlo Galan torna a parlare degli OGM e del Made in Italy, tanto da annunciare di aver messo in piedi una "task force" per tutelare i produttori e i consumatori italiani di pomodori.
Galan infatti afferma che "tra i prodotti agricoli che mangiamo oggi non ce n'è uno che assomigli a quelli di una volta", aggiungendo: "Non so se sia vero, ma mi dicono che il pomodoro pachino è stato creato in Israele e poi impiantato in Sicilia".
Con queste dichiarazioni il Ministro sembra lasciar intendere che il pachino, specialità delle coltivazioni agricole siciliane, sarebbe frutto di una modificazione genetica, e che quindi gli italiani, senza nessun tipo di tutela, comprerebbero e mangerebbero un pomodoro OGM, che la ricerca scientifica non ha ancora dimostrato essere innocuo per l'uomo.
Il Ministro Galan afferma che gli organismi geneticamente modificati "vanno affrontati lasciando perdere le ideologie e analizzando il problema con illuminismo".
La Coldiretti chiede però a Galan di chiarire finalmente "da che parte sta nella vicenda degli OGM e uscire dalle sabbie mobili dell'ambiguità" ricordando che "nel caso dei campi di mais seminati illegalmente in Friuli le omissioni si sono tradotte in una grave responsabilità politica".

© riproduzione riservata | online: | update: 29/08/2010

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Pachino OGM, Galan: creato in Israele e impiantato in Sicilia
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Il sito utilizza cookie di 'terze parti', se prosegui la navigazione o chiudi il banner acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickquiCHIUDI