le notizie che fanno testo, dal 2010

Paolo Bonaiuti passa a Ncd. Schifani: conferma crisi di Forza Italia

Paolo Bonaiuti, l'ex storico portavoce di Silvio Berlusconi, è passato al Nuovo Centrodestra dopo aver abbandonato Forza Italia nelle scorse settimane "non condividendo più la linea politica seguita negli ultimi mesi". Ncd esulta, sottolineando: "Conferma lo stato di profonda crisi in cui versa Forza Italia".

Paolo Bonaiuti, l'ex storico portavoce di Silvio Berlusconi, è passato al Nuovo Centrodestra dopo aver abbandonato Forza Italia nelle scorse settimane "non condividendo più la linea politica seguita negli ultimi mesi" si legge in una nota del partito guidato da Angelino Alfano. E mentre Forza Italia perde pezzi ed incassa la dura analisi di Sandro Bondi che esalta l'operato di Matteo Renzi, Ncd esulta. Maurizio Sacconi, presidente gruppo Ncd al Senato, saluta con affetto Paolo Bonaiuti sottolineando: "Egli rappresenta una parte significativa del percorso del centrodestra italiano in quanto ha saputo divulgarne il pensiero e le opere. Il suo contributo sarà essenziale per la costruzione della nuova offerta politica liberal popolare che Angelino Alfano si è candidato a guidare rinnovando l’ambizione maggioritaria dei moderati italiani. - aggiungendo - Nel contesto di una comunicazione spesso faziosa e condizionata dagli assetti proprietari Paolo Bonaiuti ci aiuterà a diffondere la verità dei fatti".

"L’adesione di Paolo Bonaiuti al gruppo dei senatori del Nuovo Centrodestra, nel giorno in sui Sandro Bondi dalle colonne de La Stampa certifica il fallimento di Forza Italia, ha un altissimo valore simbolico" evidenzia invece Laura Bianconi, vice presidente gruppo Ncd al Senato, aggiungendo: "E’ un mondo che crolla, a conferma che Fi non è più la casa dei moderati italiani, ma soprattutto non è più capace di rappresentare l’alternativa al renzismo. E' evidente che la leadership di Angelino Alfano unita all’intuizione del Nuovo Centrodestra rappresentano i punti dai quali partire per far rinascere il fronte dei moderati italiani. Sono certa che l’esperienza e la cultura politica di Paolo Bonaiuti saranno preziosi per rafforzare il Nuovo Centrodestra ed il progetto di un Partito Popolare Europeo in Italia".

"Con il contributo di Bonaiuti riusciremo a fare del Ncd un soggetto politico impegnato a rifondare il centrodestra e a renderlo nuovamente competitivo" si augura invece Fabrizio Cicchitto, mentre Gaetano Quagliariello, coordinatore nazionale del Nuovo Centrodestra, precisa: "Nel giorno in cui c’è chi riconosce che Forza Italia è fallita, siamo orgogliosi che in Ncd possa trovare casa chi non si rassegna all’idea che in Italia non possa più esistere un centrodestra, anche dopo le elezioni europee". "L'adesione dell'amico Paolo Bonaiuti al gruppo del Nuovo Centrodestra conferma lo stato di profonda crisi in cui versa Forza Italia" precisa anche Renato Schifani, chiarendo: "Se anche lo storico portavoce di Silvio Berlusconi sceglie di abbandonare il partito di cui è stato un alto ed importante esponente, significa che è prevalsa in maniera netta quella deriva estremista che, poi, è stata la ragione della nascita del Nuovo Centrodestra".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: