le notizie che fanno testo, dal 2010

Corruzione: ok ad aumento prescrizione. Orlando: possibili modifiche in Senato

Approvata alla Camera la norma del disegno di legge che va ad allungare i tempi di prescrizione per i reati di corruzione. Ncd si astiene ma solo perché il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, ha anticipato che in Senato potrebbero esserci possibili modifiche del ddl.

La Camera ha approvato la norma cardine del disegno di legge che va ad allungare i tempi di prescrizione per i reati di corruzione. Il Nuovo centrodestra, alleato del governo Renzi, evita la spaccatura ed annuncia l'astensione al voto finale del provvedimento, che passerà poi al Senato. La scelta di Ncd di astenersi è stata dettata dal fatto che il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, ha aperto a possibili modifiche del ddl in Senato per "coordinare le nuove norme sulla prescrizione con interventi che devono incidere sulla ragionevole durata del processo". La norma prevede che per i reati di corruzione i termini di prescrizione siano aumentati della metà del massimo della pena edittale e non più di un quarto. Un disegno di legge parallelo, in discussione al Senato, sta al contempo aumentando le pene per corruzione. Se approvati entrambi i provvedimenti in maniera definitiva, quindi, la prescrizione passerà quindi da 10 a 15 anni.

© riproduzione riservata | online: | update: 24/03/2015

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Corruzione: ok ad aumento prescrizione. Orlando: possibili modifiche in Senato
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI