le notizie che fanno testo, dal 2010

Pareggio per 1-1 anche per Slovacchia-Nuova Zelanda

La partita tra Slovacchia e Nuova Zelanda ha messo in mostra due formazioni non proprio esaltanti e l' Italia e il Paraguay non dovrebbero avere troppi problemi nel conquistare la qualificazione.

Se qualcuno fosse rimasto un po' scettico dopo il pareggio della partita inaugurale dell'Italia, può comunque consolarsi con il risultato dell'altra sfida del girone F, quella che ha messo di fronte Slovacchia e Nuova Zelanda, prossime avversarie degli azzurri.
Da Rustemburg arriva la conferma che Italia e Paraguay non dovrebbero avere troppi problemi nel conquistare la qualificazione. La partita ha messo in mostra due formazioni non proprio esaltanti. La Slovacchia del CT Vladimir Weiss, che ha la peculiarità di allenare il proprio figlio, omonimo e padre a sua volta di un altro Vladimir Weiss, gira tutta intorno all'astro del calcio slovacco, il napoletano Marek "marechiaro" Hamsik, che non trova manforte nei suoi modesti compagni. La Nuova Zelanda si dimostra una squadra ricca di entusiasmo e intraprendenza, con il giocatore più rappresentativo, Nelsen dei Blackburn Rovers, libero di inventare e far girare i suoi "all Whites", in completa divisa bianca per ispirarsi ai più celebri all black del rugby. La partita è davvero bruttina, comunque non peggiore di altre viste fino a questo momento, in un Mondiale che stenta a decollare. Perlomeno c'è stata l'emozione dei due gol. Il vantaggio della Slovacchia, probabilmente nato da una posizione di fuorigioco non rilevata, è realizzato da Vittek, con un preciso colpo di testa, al 5' della ripresa. Il gol potrebbe far nascere un'altra partita, ma la Slovacchia si accontenta e bada a controllare, mentre la Nuova Zelanda continua a crederci sino alla fine. La scarsa attenzione dei difensori centrali slovacchi sulle palle alte crea qualche allarme nel finale di gara, ma viene sottovalutata. La tenacità dei neozelandesi trova così un giusto premio nei minuti di recupero, quando un'azione prolungata di Smeltz termina con un preciso cross in area, dove svetta la testa di Reid, anch'egli in sospetto off side, che sigla il pareggio e regala il primo storico punto per la Nuova Zelanda nella fase finale dei Mondiali. Con questo risultato, le quattro squadre del girone F sono in una situazione di perfetta parità, per punteggio e differenza reti.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: