le notizie che fanno testo, dal 2010

Gentiloni su De Girolamo: rimpasto chiesto da Renzi non deve scattare per forza

Nunzia De Girolamo, ministro delle Politiche Agricole e Forestali finita al centro delle critiche (ma non indagata) per il caso Asl di Benevento, riferirà presto in Parlamento. Il PD di Matteo renzi chiede un rimpasto di governo in caso di dimissioni ma a Paolo Gentiloni non convince "l'idea che l'orizzonte del nuovo PD sia il rimpasto del governo Letta".

"Sono più che disponibile a chiarire al più presto in Parlamento gli aspetti di questa sconcertante vicenda che mi vede sottoposta a un linciaggio mediatico senza precedenti pur non essendo io coinvolta nell'indagine" annuncia in una nota Nunzia De Girolamo, ministro delle Politiche Agricole e Forestali finita al centro delle critiche (ma non indagata) per il caso Asl di Benevento. La De Girolamo ribadisce quindi di essere "vittima di registrazioni abusive" effettuate nella sua casa "da parte di chi è stato sottoposto a misura cautelare dalla magistratura per presunti reati commessi nell'Asl di Benevento e di testimonianze raccolte dai giornali da parte di personaggi già noti alle forze dell'ordine e ai giudici". Il ministro delle Politiche Agricole e Forestali constata quindi "con amarezza che la scala dei valori viene sovvertita e chi è accusato di aver violato la legge viene ritenuto più credibile di chi invece la legge l'ha rispettata. - e aggiunge - Con la fermezza e la determinazione di chi è più che sicura di non aver commesso nulla di irregolare e di illecito, a meno che le parole in libertà pronunciate nella propria abitazione lo siano, sono pronta a fornire ai colleghi parlamentari tutte le informazioni reali rispetto alle ricostruzioni distorte apparse in queste ore di accanimento, ribadendo totale e incondizionata fiducia negli accertamenti compiuti da parte chi ha, per Costituzione, il compito di farlo e cioè la magistratura". Nunzia De Girolamo quindi conclude: "Il mio mandato ministeriale è, sin dal primo giorno del mio insediamento, nelle mani del Presidente del Consiglio, ma sono pronta a difendere con tutte le forze che ho in corpo la mia dignità e la mia onestà". E proprio in queste ore, nonostante sia in Messico, Enrico Letta sembra che stia pensando ad un rimpasto di governo, come vorrebbe il PD di Matteo Renzi in particolare. Oggi dalle pagine de La Stampa parla Paolo Gentiloni, deputato del PD, che sottolinea: "E' corretto che la De Girolamo venga in Parlamento a chiarire. Dai giornali affiorano frasi e comportamenti che non mi sembrano coerenti con il buon esempio che deve dare un ministro. - aggiungendo - E' solo una questione di stile? Ma la condotta di un ministro costituisce un problema politico: l'articolo 54 della Costituzione parla di 'disciplina e onore' con cui ricoprire funzioni pubbliche". Gentiloni quindi annuncia: "Alla Cancellieri chiedemmo prima di venire a riferire in Parlamento, poi in base a quello che disse ci facemmo un'opinione. Anche stavolta ascolteremo cosa il ministro ha da dire, poi faremo le nostre valutazioni". Nonostante questo, Gentiloni non sembra aprire automaticamente ad un rimpasto di governo come chiesto da Matteo Renzi.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: