le notizie che fanno testo, dal 2010

Nigeria, strage cattolici: killer volevano uccidere trafficante di droga

Dietro la strage dei cattolici nella chiesa di San Filippo a Ozubulu in Nigeria la vendetta di un gruppo di criminali che voleva uccidere un trafficante di droga che ora si spaccia per benefattore.

"È di 12 morti e di più di 20 feriti il bilancio della sparatoria nella chiesa di San Filippo a Ozubulu nello Stato di Anambra, nel sud della Nigeria avvenuta domenica 6 agosto" riferiscono in una nota dalla Fides.
"Il bersaglio degli assassini era Aloysius Ikegwuonu, un importante trafficante di droga che ha guadagnato enormi somme di denaro in Sudafrica dove controlla una gang dedita allo spaccio di cocaina" viene spiegato all'agenzia di stampa cattolica da fonti della Chiesa locale.
"Tornato nel suo Stato natale, l'Anambra, Ikegwuonu ha investito una parte della sua 'fortuna' nella costruzione di opera pubbliche come strade e altro, tra cui la chiesa dove è avvenuto il massacro, atteggiandosi a benefattore della popolazione locale, al punto che circolano su internet video nei quali si vede Ikegwuonu distribuire denaro per le strade" viene quindi specificato.
"Gli assassini erano suoi ex complici che lo accusano di aver rubato loro la maggior parte dei proventi dello spaccio di droga. - si sottolinea quindi - Domenica Ikegwuonu aveva organizzato una sorta di cerimonia di ringraziamento nella chiesa di San Filippo, ma all'ultimo momento era stato avvertito che il gruppo di ex complici aveva pianificato di attaccarlo. Quindi ha evitato di presentarsi alla cerimonia. Il gruppo di killer è entrato in chiesa e non trovandolo ha ucciso il padre di Ikegwuonu e le altre persone che erano intorno, pensando che fossero membri della famiglia".

© riproduzione riservata | online: | update: 08/08/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Nigeria, strage cattolici: killer volevano uccidere trafficante di droga
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI