le notizie che fanno testo, dal 2010

Terzo Settore, Favero (PD): si va verso riforma storica, modifiche in Senato

"Questa riforma storica alla quale stiamo lavorando, che riordina il quadro normativo del terzo Settore, è l'approdo di un lungo percorso di ascolto e contiene una spinta verso la trasparenza. In Senato sono state introdotte modifiche migliorative rispetto al testo uscito dalla Camera", comunica Nicoletta Favero del Partito Democratico.

"Secondo Unicredit Foundation il Terzo Settore genera un volume di affari di circa 67 miliardi di euro, pari a circa il 4% del PIL, con 500mila addetti e 4 milioni di volontari e risponde ad esigenze fondamentali dei cittadini. Questa riforma storica alla quale stiamo lavorando, che riordina il quadro normativo in materia, è l'approdo di un lungo percorso di ascolto e contiene una spinta verso la trasparenza, la rendicontazione, la qualità della governance e la valutazione d'impatto" riflette in una nota la senatrice democratica Nicoletta Favero.
"In Senato sono state introdotte modifiche migliorative rispetto al testo uscito dalla Camera. - riferisce - E' stata migliorata la definizione, sono stati introdotti obblighi di trasparenza e di applicazione dei contratti a garanzia dei lavoratori, nel riordino delle imprese sociali è stata prevista la maggiore tutela dei lavoratori più svantaggiati". "La logica è quella di abbattere le barriere tra mondo delle istituzioni, mondo del Terzo Settore e mondo delle imprese. - precisa la parlamentare PD - E' necessario che queste tre realtà interagiscano tra di loro, attraverso la sussidiarietà circolare, che permette l'interazione sistematica di tutti i soggetti. E' questo il principio organizzativo cui si deve ispirare il welfare civile del futuro. Non si tratta di utopia. Questa riforma è il primo passo verso un nuovo sistema, che riconosce in pieno il valore dei migliaia di addetti e i milioni di volontari che ogni giorno, con fatica e dedizione, svolgono il loro lavoro nel campo del sociale, con il massimo dell'impegno e della loro professionalità".
"Ora l'auspicio è che venga approvata al più presto. Dopo il Senato dovrà fare un ulteriore passaggio confermativo alla Camera" osserva in conclusione Favero.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: