le notizie che fanno testo, dal 2010

Nicolas Cage: dal tattoo al taxi. Ubriaco, notte folle a New Orleans

Tra il 15 e il 16 aprile Nicolas Cage a New Orleans, Louisiana, dove sta girando un nuovo film ne ha combinato delle belle. Ubriaco fradicio ha tentato di spogliarsi e farsi tatuare, ha maltrattato la moglie, ha urlato e preso a calci auto in sosta e aggredito un tassista.

E' il duro del cinema di Hollywood ma è anche un uomo molto fragile, almeno per come lo descrivono le cronache che arrivano dagli States. Nicolas Cage è a New Orleans per girare il nuovo film "Medallion" ma, completamente ubriaco, ha davvero fatto passare dei brutti momenti alla sua famiglia. Sembra che tutto sia nato quando insieme alla moglie Alice Kim stava tornando a casa ma voleva entrare in un palazzo che non era il suo. Nicolas Cage aveva chiaramente sbagliato indirizzo della sua casa in affitto e la moglie avrebbe cercato di dirglielo, facendo andare in bestia Cage che l'avrebbe, per tutta risposta, strattonata fino all'uscio della casa "vera". Da quel momento l'attore avrebbe incominciato a urlare, dare calci alle auto in sosta, voler impossessarsi di un taxi con la forza cercando di sbattere fuori il conducente. Il sito TMZ.com riporta anche che prima della lite con la moglie (Alice Kim avrebbe riportato anche i segni sul braccio) sarebbe entrato in un negozio di tattoo (il 15 aprile), si sarebbe spogliato e avrebbe detto di non sapere dove abitava, chiedendo perciò di essere tatuato. L'attore è stato fermato dalla polizia in preda al delirio e avrebbe detto agli agenti: "Beh, perché non mi arrestate?". Presto detto, così è stato. Nicolas Cage è stato messo dentro con le accuse di violenza domestica oltre che per "public drunkenness" e disturbo della quiete pubblica.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: