le notizie che fanno testo, dal 2010

Serve "carta di identità" dei prodotti agroalimentari, dice Oliverio (PD)

"Il grave rischio delle contraffazioni emerge dal dossier Coldiretti presentato oggi a Napoli. È fondamentale la 'carta di identità' dei prodotti agroalimentari", espone in un comunicato il parlamentare del PD Nicodemo Oliverio.

"Contro ogni forma di contraffazione e a tutela della salute dei cittadini - afferma in una nota l'esponente PD Nicodemo Oliverio -, oltre che nell'interesse delle imprese agroalimentari, è sempre più urgente un intervento del legislatore per l'etichettatura e la tracciabilità di ogni prodotto. È assolutamente necessario inoltre rendere noti e tracciabili i flussi commerciali delle materie prime estere. La conoscenza e la trasparenza salveranno l'agricoltura italiana e tuteleranno la salute dei cittadini. Il comparto agroalimentare nazionale è tra i più sicuri al mondo, oltre che essere quello con il minor numero di prodotti con residui chimici irregolari (0,4%), quota inferiore di quasi 4 volte rispetto alla media europea (1,4%) e di quasi 20 volte quella dei prodotti extracomunitari (7,5%). Ora è necessario difendere il comparto dalla concorrenza sleale e da una forte aggressività delle produzioni straniere."
Il parlamentare sottolinea dunque: "Il grave rischio delle contraffazioni emerge dal dossier Coldiretti presentato oggi a Napoli in occasione della mobilitazione degli agricoltori italiani a difesa della dieta mediterranea e della sicurezza alimentare. I dati sono per molti aspetti di assoluta gravità e spingono il legislatore ad approvare norme certe e immediate per la tracciabilità e la sicurezza. È fondamentale la 'carta di identità' dei prodotti agroalimentari, in modo tale da rendere immediatamente riconoscibile ogni produzione. Senza di questo, i consumatori corrono ogni giorno seri rischi, mentre le nostre aziende sono costrette a subire notevoli danni economici."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: