le notizie che fanno testo, dal 2010

Legge bilancio 2018: bene stabilizzazione precari Crea, dice Oliverio (PD)

Nicodemo Oliverio del PD sulla legge di bilancio 2018.

"Stabilizzare i ricercatori precari del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria - CREA - significa investire nel futuro: proprio quello che deve fare una buona politica. E il ministro Maurizio Martina ha dimostrato con i fatti di saper agire in tal senso", dichiara in una nota Nicodemo Oliverio, capogruppo PD in Commissione Agricoltura, commentando l'approvazione dell'emendamento nella legge di bilancio 2018 che destina specifiche e adeguate risorse finanziarie a favore di un percorso di stabilizzazione dei ricercatori del crea.

"Si tratta - spiega - di 500 persone appartenenti a tutti i profili (ricercatori, tecnologi, tecnici e amministrativi). Si tratta di 411 persone con contratto a tempo determinato che potranno beneficiare di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato, e 89 precari che potranno partecipare alla riserva di posti da bandire nel triennio 2018-2020".

"Dobbiamo aiutare la ricerca, indispensabile per lo sviluppo del nostro paese, mettendo i nostri ricercatori nella condizione di poter lavorare in Italia. Il settore dell'Agricoltura, in espansione, - conclude l'esponente dem - ha bisogno di loro, di nuove tecnologie per realizzare una nuova stagione che rilanci la ricerca in agricoltura. Auspico che le cospicue risorse, sia umane che finanziarie messe a disposizione del CREA, possano essere gestite adeguatamente dal managment dell'Ente, evitando superficialità ed errori".

© riproduzione riservata | online: | update: 30/11/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Legge bilancio 2018: bene stabilizzazione precari Crea, dice Oliverio (PD)
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI